Covid ultime 24h
casi +15.204
deceduti +467
tamponi +293.770
terapie intensive -20

Il bambino ammalato di leucemia che sogna Ronaldo: “Venga a farci visita per Natale”

Da Bergamo l'appello della madre di Gabriel, ricoverato dallo scorso giugno, al fenomeno della Juventus: "Gli regali un sorriso"

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 25 Dic. 2018 alle 12:40 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 11:44
0
Immagine di copertina

Cristiano Ronaldo non è nuovo a gesti di grande umanità. Lo ha dimostrato ieri nel giorno della vigilia di Natale, quando ha fatto visita ai piccoli pazienti dell’ospedale infantile Regina Margherita di Torino.

E potrebbe darne un’ulteriore prova anche a Santo Stefano, se raccogliesse l’appello arrivato dalla mamma di un bimbo bergamasco di 10 anni ammalato di leucemia mieloide acuta.

“Sono la mamma di Gabriel – ha scritto la donna in una lettera indirizzata alla Juventus – un bel bambino di dieci anni che purtroppo dallo scorso 20 giugno è ricoverato al “Papa Giovanni” per giocare la partita più difficile, quella della vita. In questi giorni si è sottoposto all’ultimo ciclo di chemioterapie”.

Come tanti ragazzini della sua età, anche Gabriel segue con enorme passione le gesta del fenomeno portoghese, soprattutto da quando è venuto a giocare in Italia, e per giunta nella sua squadra preferita.

Il 26 dicembre, giorno della partita tra i bianconeri e l’Atalanta, potrebbe essere anche l’occasione per realizzare uno dei più grandi sogni del bambino.

“Gabriel – continua la mamma – avrebbe un desiderio: essendo tifoso della Juventus gli piacerebbe avere la visita di Cristiano Ronaldo o di qualche altro giocatore bianconero, visto che il 26 sono qui a Bergamo per giocare contro l’Atalanta. So che non è facile, ma per lui sarebbe il regalo di Natale più bello”.

La speranza è che il sogno del piccolo Gabriel si possa realizzare. Nel frattempo, la mamma racconta anche che tra qualche giorno il bambino potrebbe anche essere dimesso per tornare a casa: “In ogni caso – conclude la donna – poi dovrà fare tutti i controlli per diversi anni”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.