Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 23:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

In Yemen tornano gli aiuti umanitari dopo il blocco della coalizione saudita

Immagine di copertina
Credit: Afp

Mercoledì scorso la coalizione che combatte contro i ribelli sciiti Houthi aveva annunciato la riapertura agli aiuti umanitari in alcuni porti sul Mar Rosso, oltre a dare il via libera all'atterraggio di voli delle Nazioni Unite a Sanaa

Sabato 25 novembre sono arrivati in aereo a Sanaa, capitale dello Yemen, i primi operatori umanitari e aiuti cui è stato autorizzato l’accesso dopo il blocco imposto tre settimane fa dalla coalizione guidata dall’Arabia Saudita nelle aree controllate dai ribelli.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

L’annuncio è arrivato dal World Food Programme, l’agenzia Onu che si occupa di assistenza alimentare e umanitaria. La notizia è stata diffusa da Reuters.

Mercoledì scorso la coalizione che combatte contro i ribelli sciiti Houthi aveva annunciato  la riapertura agli aiuti umanitari nei porti di Hodeidah e Salif sul Mar Rosso, oltre a dare il via libera all’atterraggio di voli delle Nazioni Unite a Sanaa.

Le organizzazioni umanitarie internazionali hanno accolto positivamente la notizia, ma hanno avvisato che gli aiuti in arrivo per via aerea non saranno sufficienti a risolvere la grave crisi umanitaria in corso nel paese, dove circa sette milioni di persone stanno soffrendo la fame.

Il conflitto in corso in Yemen dal 2015, che vede contrapposti il movimento dei ribelli sciiti Houthi fedele all’ex presidente Ali Abdullah Saleh e la coalizione araba vicina al governo di Abdrabbuh Mansour Hadi, ha favorito la grave carestia e lo scoppio di un’epidemia di colera che, secondo i dati diffusi dal Comitato internazionale della Croce Rossa, potrebbe arrivare a colpire un milione di persone entro la fine del 2017.

LEGGI ANCHE: In Yemen 130 bambini al giorno muoiono per fame e malattie

Ti potrebbe interessare
Esteri / Iran: uccisa con 6 proiettili la 20enne Hadis Najafi mentre manifestava per Mahsa Amini
Esteri / Russia: 800 manifestanti arrestati per le proteste contro la mobilitazione in tutto il Paese
Esteri / Corea del Nord lancia missile balistico nel mar del Giappone
Ti potrebbe interessare
Esteri / Iran: uccisa con 6 proiettili la 20enne Hadis Najafi mentre manifestava per Mahsa Amini
Esteri / Russia: 800 manifestanti arrestati per le proteste contro la mobilitazione in tutto il Paese
Esteri / Corea del Nord lancia missile balistico nel mar del Giappone
Esteri / Servizio militare, Putin: “Pene più dure a chi diserta o si arrende”. L’Ue: favorire asilo per chi scappa
Esteri / Josep Borrell: “Prendiamo sul serio minaccia nucleare di Putin”
Esteri / Yvon Chouinard: storia del fondatore di Patagonia, che ha deciso di donare la sua azienda per il clima
Esteri / Ucraina, missile russo su Zaporizhzhia: un morto e 7 feriti
Esteri / Morti oltre 80 migranti al largo della Siria. Le famiglie sul barcone cercavano di raggiungere l'Europa
Esteri / Morte della Regina: “Harry furioso per l’esclusione di Meghan da Balmoral”
Esteri / Il Cremlino avverte Kiev: “Dopo il referendum, ogni attacco in Donbass sarà contro la Russia”