Covid ultime 24h
casi +26.831
deceduti +217
tamponi +201.452
terapie intensive +115

Woodstock 50 anni fa, in arrivo nel 2019 due festival per celebrare la storica manifestazione

Motel e b&b sono già tutti esauriti nella contea di Sullivan a New York

Di Rossella Melchionna
Pubblicato il 5 Gen. 2019 alle 14:17 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:38
0
Immagine di copertina
Il festival di Woodstock nel 1969

Peace & Love 2.0. Torna, per i nostalgici e chi non c’è mai stato, il festival di Woodstock. A 50 anni dallo storico evento che si tenne a New Work e che segnò una generazione, Live Nations e il Bethel Woods Center for the Arts hanno annunciato una nuova edizione della kermesse dal 16 al 18 agosto 2019.

Tre giorni all’insegna di musica, armonia e divertimento a Bethel Woods, in una struttura realizzata proprio sul terreno della fattoria di Max Yasgur che dal 15 al 17 agosto 1969 ospitò l’indimenticabile Woodstock.

Ma il nuovo festival, che è stato reso noto nei primi giorni del 2019, non sarà l’unico. Anche Michael Lang, uno degli organizzatori di Woodstock ’69 – aveva provato anche nel 2009 a mettere in piedi un evento ai 40 anni, ma non riuscì a trovare abbastanza denaro – è pronto a lanciare una kermesse tutta sua. Per adesso, però, non è stato comunicato dove avrà luogo e quando.

Insomma, ci sarà l’imbarazzo della scelta per gli amanti – e non solo – della cultura hippie. Ma le line-up non sono ancora state svelate. Tanti i nomi circolanti tra vecchi e nuovi. Tra i più attesi ci sarebbero il chitarrista dei Who, Pete Townshend, Carlos Santana e David Crosby con Stephen Stills e il resto del gruppo Nash & Young.

“Sarà un’edizione con performance dal vivo di artisti importanti ed emergenti in rappresentanza di molteplici generi e decenni – hanno sostenuto i promoter di Bethel  – Ci saranno conferenze in stile TED di esperti di futuro e retro-tech”.

In attesa di scoprire se sarà una versione “d’oro” come quella del 1969, moltissime persone – anche loro ribelli al sistema? – hanno già prenotato motel e bed&breakfast nella contea di Sullivan. Le strutture, infatti, sono tutte esaurite.

La speranza è di rivedere artisti dal calibro di Joe Cocker, Joan Baez e Jimi Hendrix. Allora ci furono più di 500mila persone a seguirli. Con loro i messaggi di amore, fratellanza e speranza per il futuro.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.