Covid ultime 24h
casi +14.078
deceduti +521
tamponi +267.567
terapie intensive -43

“We Europeans”: in vista delle europee è aperta la consultazione pubblica più grande di sempre

Un’iniziativa apartitica punta a rimettere i cittadini al centro del progetto europeo. Anche Roberto Saviano tra i 150 ambasciatori

Di Anna Ditta
Pubblicato il 28 Feb. 2019 alle 16:36 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 01:28
0
Immagine di copertina

WeEuropeans è la più ampia consultazione civica mai realizzata in Europa. A lanciarla sono la piattaforma civica europea MAKE.ORG e l’associazione civica transnazionale CIVICO Europa, co-fondatrici dell’iniziativa.

Dall’8 febbraio al 15 marzo, in 24 lingue e 27 Stati membri d’Europa, la consultazione permette a ogni cittadino di far sentire la propria voce condividendo proposte per reinventare l’Europa e votando quelle degli altri cittadini.

La campagna, secondo gli organizzatori, raggiungerà almeno 100 milioni di europei. Di questi, 10 milioni voteranno e invieranno le proprie proposte.

Le 10 proposte che otterranno la maggiore approvazione andranno a comporre un’Agenda dei Cittadini, che sarà presentata il 22 marzo presso il Parlamento Europeo.

Entro le elezioni europee di maggio 2019WeEuropeans diffonderà l’Agenda dei Cittadini a tutta l’Unione Europea.

“L’Europa è a un punto di svolta. Oggi, gli europei si sentono distanti sia dai leader politici sia dall’Unione Europea. Inutile dirlo, i cittadini devono essere rimessi al centro della democrazia”, si legge nel comunicato di lancio dell’iniziativa.

WeEuropeans è un’iniziativa che permette a tutti i cittadini degli stati membri europei di prendere in mano il progetto europeo, essere coinvolti in un dibattito pubblico e, soprattutto, essere ascoltati”.

Il progetto è stato lanciato il 15 dicembre 2018 attraverso una pubblicazione firmata da 150 personaggi di diversa estrazione sociale. In Italia è stata firmato da:

  • Alberto Alemanno, Professore di Legge, fondatore di The Good Lobby;
  • Marco Bentivogli, Segretario Generale di FIM-CISL;
  • Brando Benifei, Membro del Parlamento Europeo;
  • Anna Bonaiuto, Attrice;
  • Mercedes Bresso, Membro del Parlamento Europeo, ex-Presidente del Comitato Europeo delle Regioni;
  • Massimo Cacciari, Filosofo, ex-sindaco di Venezia ed ex-membro del Parlamento Europeo;
  • Silvia Costa, Membro del Parlamento Europeo;
  • Virgilio Dastoli, Presidente del Consiglio Italiano del Movimento Europeo;
  • Michele Fiorillo, Filosofo, Coordinatore della rete di CIVICO Europa;
  • Marco Ghetti, Presidente del movimento civico “Per l’Italia con l’Europa”;
  • Sandro Gozi, Presidente dell’Unione dei Federalisti Europei, ex-sottosegretario agli Affari Europei;
  • Luca Jahier, Presidente dei Comitato economico e sociale europeo (CESE);
  • Riccardo Maraga, Avvocato specializzato in diritto del lavoro;
  • Ferdinando Nelli Feroci, ex-ambasciatore e rappresentante permanente d’Italia presso l’Unione Europea, ex-commissario europeo, Presidente dell’Istituto Affari Internazionali (IAI);
  • Ottavia Piccolo, Attrice;
  • Francesco Profumo, ex-ministro, Presidente della Fondazione Compagnia di San Paolo;
  • Francesca Ratti, ex-Segretario generale aggiunto del Parlamento Europeo, membro fondatore e copresidente di CIVICO Europa;
  • Roberto Saviano, Scrittore;
  • Elly Schlein, Membro del Parlamento Europeo;
  • Luca Visentini, Segretario Generale della Confederazione europea dei sindacati;
  • Marco Zatterin, giornalista.

CIVICO Europa è un’associazione no-profit, indipendente e transnazionale. Il suo obiettivo è permettere ai cittadini europei di riprendere controllo del progetto Europeo. L’associazione mette insieme una quantità di persone convinte, a prescindere dalla posizione politica, che sia arrivato il tempo di trasformare l’Unione Europea in una forza democratica fondata su una costante partecipazione civica.

MAKE.ORG è un’associaizone civica europea. La sua missione è coinvolgere i cittadini e la società civile per produrre cambiamenti sociali positivi. Per farlo,MAKE.ORG ha sviluppato una piattaforma che permette di ricavare consenso coivolgendo milioni di cittadini attraverso domande aperte di pubblico interesse, in diverse lingue.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.