Covid ultime 24h
casi +8.561
deceduti +420
tamponi +143.116
terapie intensive +21

La storia più triste del Natale: i voli bloccano l’aereo e Teddy non può incontrare Babbo Natale in Lapponia

La famiglia aveva organizzato un Natale speciale per il bambino di sette anni: in Finlandia per stringere la mano al suo idolo

Di Cristiana Mastronicola
Pubblicato il 20 Dic. 2018 alle 16:23 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 21:20
0
Immagine di copertina
Teddy insieme alla madre

Il Natale dovrebbe essere il periodo più felice dell’anno, soprattutto per i bambini. Quello del piccolo Teddy, però, è stato rovinato da un episodio tutt’altro che simpatico. I suoi genitori avevano programmato per il bambino di sette anni un 25 dicembre speciale: sarebbero dovuti partire da Londra diretti alla Lapponia per incontrare Babbo Natale in persona.

Dalle prime ore del 20 dicembre, però, tutti i voli in partenza dall’aeroporto londinese di Gatwick sono stati cancellati a causa di un allarme bomba: due droni che avrebbero incrociato le traiettorie solitamente utilizzate dai voli di linea, in prossimità dello scalo britannico. Anche se l’aeroporto ha chiesto ai passeggeri di non allontanarsi, sono centinaia e centinaia le persone rimaste a terra. Tra questi anche Teddy e il resto della sua famiglia.

Poche ore ormai dividevano il bambino dal suo sogno più grande: quello di incontrare Babbo Natale. Eppure Teddy ha visto il suo sogno sbriciolarsi pochi minuti prima di mettere piede sull’aereo. La famiglia ha fatto ritorno a casa e il bambino ha dovuto accettare la triste realtà. “Siamo molto tristi. Mio padre aveva prenotato tutto. Volevo andare a vedere Babbo Natale. Invece, quando siamo arrivati qui, ci hanno detto che il nostro volo è stato cancellato”, ha detto lo stesso Teddy ai microfoni della BBC, ripreso in collegamento con la madre.

La storia di Teddy ha fatto il giro del mondo. Centinaia gli utenti che hanno voluto condividere l’esperienza del bambino sul web. Teddy, intanto, con la dolcezza e la spontaneità che solo un bambino ha, non si è rassegnato alla brutta notizia: “Ci andremo il prossimo anno”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.