Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 18:35
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Chi sono alcune delle vittime dell’attacco di Nizza

Immagine di copertina

Bambini, adulti, residenti e turisti sono morti sul lungomare della città francese, celebre meta turistica colpita duramente dall'attacco

Bambini e adulti, residenti e turisti sono stati uccisi nell’attacco sul lungomare di Nizza, durante i festeggiamenti per l’anniversario della presa della Bastiglia. Al momento sono 84 le vittime e 188 i feriti, di cui 50 versano in condizioni gravissime. 

Abbiamo raccolto qui alcune delle loro storie: 

La prima a essere falciata dal camion bianco guidato da Mohamed Lahouaiej Bouhlel, 31enne franco-tunisino, e a morire sull’asfalto del lungomare di Nizza è stata lei, Fatima Charrihi, originaria del Marocco ma residente nella città francese. 

A ricordarla è il figlio Hamza, di 28 anni. Sua madre è morta lì sulla Promenade Des Anglais la sera del 14 luglio, mentre si festeggiava l’anniversario della presa della Bastiglia.

“Quello che posso dire di lei è che indossava il velo islamico e praticava il vero islam, che non è quello dei terroristi”, sottolinea Hamza mentre fa compagnia a suo padre, entrambi ospiti presso il Muc, il centro dell’università del Mediterraneo di Nizza, trasformato in un rifugio temporaneo per i parenti delle vittime. 

L’edificio, che si affaccia proprio sul lungomare, è protetto dalla polizia. 

Con gli occhi rossi, una coperta avvolta sulle spalle, Hamza ha accettato di raccontare all’Express la sua tragedia personale e di ricordare la madre morta poche ore prima. “Lei è stata la prima vittima. Non c’erano altri corpi prima che il camion aumentasse la velocità e proseguisse la sua folle corsa”. 

Fatima Charrihi aveva altri sette figli. Il marito Ahmed era andato a prendere la macchina per fare poi rientro a casa, una volta finito lo spettacolo pirotecnico. Si trovava a 50 metri dalla moglie, quando il veicolo l’ha travolta, continuando la sua folle corsa e piombando sulla gente e sulle cose che stavano lì intorno.

La donna in quel momento si trovava con i suoi nipoti quando è stata investita. Inutili i tentativi di rianimarla. “Mio fratello ci ha tentato in ogni modo, ma inutilmente. Lei è deceduta sul posto”, ha raccontato ancora Hamza. 

– Bilel Labaoui aveva 29 anni ed era di Kasserine, in Tunisia. La sua morte è stata confermata dal ministero degli Esteri tunisino, ma la notizia è stata diffusa dal sito della radio in lingua araba Mosaique Fm.

– Viktoria Savchenko, studentessa russa di 20 anni, stava passeggiando sulla Promenade des Anglais quando è stata falciata dal camion bianco. Frequentava la prestigiosa Financial University a Mosca. A raccontare della tragica fine della ragazza, la sua amica Polina Serebryannikova che si trovava insieme a lei sul lungomare. Victoria è morta sul colpo, mentre l’amica è riuscita a salvarsi nonostante qualche lieve ferita. “Abbiamo visto il camion che camminava in una strana traiettoria. Siamo state investite, ma io sono riuscita a salvarmi. Sono stata trasportata in ospedale con le dita di un piede rotte e una gamba gonfia”. 

(Qui sotto Polina Serebryannikova a sinistra e Viktoria Savchenko, a destra. Quest’ultima è morta sul colpo)


– Robert Marchand, 60 anni e residente nella Saona e Loira, dipartimento francese della Borgogna-Franca Contea. Era il presidente e allenatore di atletica leggera del Club Marcigny, città da cui proveniva. Sposato e con una figlia, era “un uomo appassionato, che aveva portato la squadra di atletica ai più alti livelli”, ha commentato Louis Poncet, sindaco della città di Marcigny.

– Linda Casanova, 54 anni, viveva in Canton Ticino e avrebbe compiuto gli anni ad agosto. Era in vacanza in Costa Azzurra con il marito Gilles, cittadino francese. Giovedì sera la coppia si trovava sul lungomare di NIzza quando è stata investita dal camion: la donna è morta sul colpo, mentre l’uomo è stato sbalzato via ma è riuscito a cavarsela. La vittima era ispettrice doganale al Vedeggio. A riferire della morte di Linda il fratello, contattato da alcuni media locali. 

(Qui sotto Linda Casanova)


– Tre persone provenienti dalla Germania mancano all’appello, secondo quanto riferiscono i funzionari berlinesi. Un rapporto non confermato ha reso noto che tre classi di una scuola di Berlino si trovavano sul lungomare nel momento in cui è avvenuto l’attacco. Un insegnante e due bambini sarebbero tra le vittime. 

Due cittadini americani, Sean Copeland e suo figlio Brodie sono rimasti uccisi giovedì sulla Promenade Des Anglais. Brodie faceva parte di una squadra di baseball in Texas. 

– Due cittadini armeni sarebbero tra le vittime. A confermarlo il ministero degli Esteri dell’Armenia. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Boom di contagi nel Regno Unito, il governo corre ai ripari e apre al Green Pass
Esteri / Colombia, catturato il narcotrafficante Otoniel. Il presidente Duque: "È il colpo del secolo"
Esteri / Erdogan espelle 10 ambasciatori occidentali tra cui Usa e Francia
Ti potrebbe interessare
Esteri / Boom di contagi nel Regno Unito, il governo corre ai ripari e apre al Green Pass
Esteri / Colombia, catturato il narcotrafficante Otoniel. Il presidente Duque: "È il colpo del secolo"
Esteri / Erdogan espelle 10 ambasciatori occidentali tra cui Usa e Francia
Esteri / I vincitori del Wildlife Photographer of the Year 2021
Esteri / Un sistema progettato per evitare la tirannia della maggioranza ha creato la tirannia della minoranza
Esteri / Senatore eletto coi brogli. Ma neanche ora che è stato scoperto dovrà restituire un euro
Esteri / Esercito Europeo: cos’è, come funziona e chi ne fa parte
Esteri / Scudo spaziale, battaglione da 5.000 unità, cooperazione con la Nato: come sarà l’esercito europeo
Esteri / Dalla Polonia al Brasile: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni