Covid ultime 24h
casi +20.709
deceduti +684
tamponi +207.143
terapie intensive -47

Persero i compagni al Bataclan e ora sono sposati: la commovente storia di due sopravvissuti all’attentato

Di Beatrice Tomasini
Pubblicato il 29 Apr. 2019 alle 09:45 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 23:30
170
Immagine di copertina
vedovi Bataclan

Dopo essere scampati all’orrore dell’attentato terroristico al Bataclan del 13 novembre 2015, due sopravvissuti hanno deciso di condividere insieme il resto della loro vita.

Floriane Bernaudat, francese, e Johannes Baus, tedesco, quella sera erano con i rispettivi compagni al concerto degli Eagles of Death Metal a Parigi: il fidanzato di lei e la moglie di lui rimasero vittime della furia omicida dei terroristi che uccisero 90 persone.

Oggi Floriane e Johannes sono sposati e hanno una figlia e la loro storia è stata raccontata dall’emittente “Radio Canada”La ragazza ha raccontato che, poco dopo l’attentato, sarebbe dovuta convolare a nozze con l’allora compagno Renaud: “Lo conoscevo da quando avevamo 16 anni, eravamo cresciuti insieme.

E ci saremmo sposati presto: tre settimane prima dell’attentato avevo provato per la prima volta il mio abito da sposa”. Floriane ha raccontato anche di come la vita le era cambiata dopo la strage e la decisione di rivolgersi a un’associazione a sostegno delle vittime di attentati per tentare di superare il trauma.

Così ha conosciuto Johannes: è stato lui a contattarla dopo aver letto un suo post su Facebook . “Quando l’ho letto ho pensato: ok, anche lei è in una situazione simile alla mia. E le ho scritto”, ha raccontato lui.

Nel 2017 i due sopravvissuti si sono sposati e dal loro amore è nata anche una figlia, Bérénice. “Il nome significa colei che porta alla vittoria – ha spiegato Floriane – Ecco, lei è una vittoria sulla vita, su quello che abbiamo vissuto: la prova che siamo ancora qui e che possiamo pensare al futuro”.

La storia di Alexandra, che si finse vittima del Bataclan e ora rischia fino a quattro anni di carcere

Cosa è successo il 13 novembre a Parigi

170
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.