Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 20:56
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Vandalizzata la statua della Sirenetta di Copenaghen: “Pesce razzista”

Immagine di copertina

Vandalizzata la statua della Sirenetta di Copenaghen: “Pesce razzista”

La statua della Sirenetta, simbolo della città di Copenaghen, in Danimarca, è stata vandalizzata con la scritta “racist fish” (pesce razzista), apparsa sulla pietra che fa da base all’opera, che si trova all’ingresso del porto. Secondo quanto riporta l’Associated Press, nessuno al momento ha rivendicato l’atto vandalico. Intervista dalla tv danese, invece, l’esperta dell’opera, Ane Grum-Schwensen, ha spiegato che la storia della Sirenetta non contiene allusioni razziste. Protagonista di una delle più celebri fiabe dello scrittore Hans Christian Andersen, la Sirenetta è stata anche un fortunato cartone animato della Disney, che, secondo alcuni, contiene una scena razzista quando nella famosa scena della canzone “In fondo al mar” appare un pesce nero che ha le sembianze dell’immagine stereotipata degli afroamericani.

La statua, che ha oltre 100 anni di vita ed è divenuta uno dei simboli della città e della Danimarca intera, è da tempo nel mirino di vandali, che l’hanno imbrattata e persino danneggiata, staccandole un braccio e rubandone la testa. Lo scorso gennaio, la scritta “Free Hong Kong” era stata dipinta sempre sulla roccia. Il mese scorso, invece, sempre a Copenaghen la statua di un missionario danese, che ha svolto un ruolo chiave nella colonalizzazione della Groenlandia, è stata imbrattata con vernice rossa e la parola “decolonizzare”, ma non è ancora chiaro al momento se i due casi siano collegati tra loro.

Leggi anche: 1. La Storia non è una statua inamovibile uguale a se stessa: ecco perché si può mettere in discussione / 2. Black Lives Matter, a Bristol i manifestanti buttano giù la statua di uno schiavista | VIDEO / 3. La storia va studiata, non cancellata. Abbattere i monumenti è pericoloso

Ti potrebbe interessare
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Canada, Trudeau perde la scommessa delle elezioni anticipate: liberali al governo senza maggioranza
Esteri / India, sequestrate tre tonnellate di eroina proveniente dall’Afghanistan
Esteri / Usa: marito e moglie No vax muoiono di Covid, dicevano che il vaccino è “un attacco ai diritti umani”
Esteri / Usa, il video shock degli agenti che frustano migranti al confine con il Messico
Esteri / La donna che sfida i talebani: “Mentre tutti scappano dall’Afghanistan, io ho scelto di rimanere per lottare”
Esteri / Russia, sparatoria all’università di Perm: gli studenti scappano dalle finestre. 8 morti
Esteri / Vince il partito di Putin. Timori su possibili brogli