Covid ultime 24h
casi +10.874
deceduti +89
tamponi +144.737
terapie intensive +73

Stati Uniti, un ragazzo di 14 anni sostiene di essere stato prigioniero di due uomini per 7 anni

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 4 Apr. 2019 alle 09:20 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:26
0
Immagine di copertina

Negli Stati Uniti la scomparsa di Timmothy Pitzen, rapito nel 2011 nell’Illinois, negli anni ha fatto molto discutere. Secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine, il bambino – che all’epoca aveva 7 anni – venne preso da scuola dal padre, ma poi partì per un viaggio con la madre.

L’ultima volta venne visto in un parco acquatico del Wisconsin. Poco dopo, in un motel dell’Illinois venne trovato il corpo della donna, che all’apparenza si era suicidata. Accanto al cadavere, un biglietto: “Timmothy è vivo, è al sicuro con persone che lo amano e lo proteggono”.

A otto anni di distanza, il caso di Timmothy Pitzen potrebbe essersi riaperto. Un ragazzo di 14 anni, infatti, giovedì 3 aprile 2019 è stato visto vagare per le strade del Kentucky.

Agli agenti della contea di Campbell, allertati da diversi cittadini che avevano visto un ragazzino “scosso e sconvolto” vagare per le strade, il 14enne ha dichiarato di essersi liberato dopo sette anni di prigionia. E di essere proprio il bambino scomparso nel 2011.

Il ragazzo, infatti, ha raccontato di essere stato trattenuto da due uomini in un motel nell’area di Cincinnati. L’adolescente ha descritto i suoi rapitori come due uomini di “corporatura da bodybuilder” e tatuati. Uno aveva una ragnatela sul collo, l’altro un serpente sulle braccia. Non è riuscito, invece, a capire in che città si trovasse il motel.

Le forze dell’ordine, adesso, sono al lavoro per capire innanzitutto se il bambino sia davvero Timmothy Pitzen.

Se la sua identità venisse confermata, inizierebbe la ricerca del nascondiglio in cui il ragazzo è stato tenuto prigioniero in tutti questi anni.

Intervistata da Abc News, la nonna di Pitzen, Alana Anderson, ha detto di sperare che si tratti davvero di suo nipote: “Sono molto fiduciosa che sia lui, che stia bene e che sia stato in un buon posto quando se n’era andato e che tornerà da noi”, ha affermato la donna.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.