In India un uomo è stato arrestato per aver violentato 500 bambine

L'uomo, un sarto di 38 anni, ha iniziato ad adescare minori a partire dal 2004 e ha continuato ad abusare di loro per più di 10 anni

Di TPI
Pubblicato il 16 Gen. 2017 alle 18:30 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 23:17
0
Immagine di copertina

Domenica 15 gennaio, la polizia del distretto di Delhi-Est, nella capitale indiana Nuova Delhi, ha arrestato un uomo accusato di pedofilia. Si tratta di Sunil Rastogi, sposato e padre di tre figli, come ha riferito il commissario del dipartimento di polizia, Onvir Bishnoi. 

L’uomo, che nella vita si guadagnava da vivere come sarto, è stato fermato dopo aver tentato di molestare due minorenni a Nuova Delhi. 

Lui stesso ha confessato alle autorità locali di essere un predatore seriale di bambini, ammettendo di aver abusato sessualmente di 500 minori adescati in vari stati dell’India.

L’uomo ha sostenuto di aver commesso questi abusi in un periodo di tempo che si estende per più di un decennio, come ha riportato il quotidiano The Times of India.

È dal 2004 che il 38enne si aggira alla ricerca di minori con cui avere rapporti sessuali. Prima di essere arrestato e portato davanti a un tribunale, Rastogi è riuscito ad avvicinare circa 2.500 bambine di età compresa fra gli otto e i dieci anni, come lui stesso ha dichiarato, precisando di aver avuto rapporti completi con 500 di loro. 

Già nel 2006 Rostagi era finito in carcere per sei mesi, con l’accusa di aver violentato una bambina nello stato di Uttarakhand. 

Le zone maggiormente battute dall’uomo erano le periferie di Nuova Delhi e di alcune città nello stato di Uttarakhand, dove prendeva di mira soprattutto le bambine che facevano rientro a casa da scuola. 

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.