Covid ultime 24h
casi +14.078
deceduti +521
tamponi +267.567
terapie intensive -43

Una statua dell’ex premier israeliano Rabin è stata sfregiata a Tel Aviv

Di TPI
Pubblicato il 9 Gen. 2018 alle 17:51 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 21:12
0
Immagine di copertina

La polizia israeliana ha arrestato un uomo a Tel Aviv per aver sfregiato il busto di bronzo che commemora l’ex premier Yitzhak Rabin con un graffito inneggiante all’Olocausto.

Sulla base in pietra che regge il busto l’uomo ha disegnato una svastica nazista e scritto “Danke” (ovvero grazie in tedesco) e il numero “600000000″, che probabilmente – pur se con due zeri in più – è un riferimento ai sei milioni di ebrei uccisi dai nazisti durante l’Olocausto.

Il busto si trova nella piazza oggi nota come “Rabin Square”, in cui il 4 novembre 1995 l’allora premier Yitzhak Rabin venne ucciso da Yigal Amir, un colono israeliano di destra fermamente contrario agli sforzi di pace tra israeliani e palestinesi promossi dal primo ministro che avevano portato nel 1993 agli accordi di Oslo.

Secondo quanto riportato dal sito Times of Israel, l’uomo arrestato sarebbe un cittadino israeliano che, nel momento in cui è stato fermato, era in stato di ubriachezza. Aveva inoltre con sé due coltelli e un pennarello usato probabilmente per realizzare le scritte con cui ha sfregiato il busto di Rabin.

Gli inquirenti hanno dato inizio a un’inchiesta sull’accaduto e portato l’uomo arrestato con sé per porgli ulteriori domande.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.