Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 08:53
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Quasi un milione di litri di petrolio è fuoriuscito da un oleodotto negli Stati Uniti

Immagine di copertina

Si tratta dell'oleodotto Keystone nel Spouth Dakota. A gennaio Donald Trump ha firmato l'ordine esecutivo per avviare i lavori di prolungamento delle condotte petrolifere, interrotti da Obama per i rischi ambientali

È scoppiata una nuova emergenza ambientale negli Stati Uniti: giovedì 16 novembre circa 800mila litri di petrolio sono fuoriusciti dall’oleodotto Keystone, nel South Dakota, dopo l’apertura di una falla. La notizia è stata confermata da TransCanada, l’azienda canadese che gestisce la struttura.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Il personale dell’oleodotto ha chiuso lo stabilimento e attivato le procedure di emergenza dopo un calo di pressione legato alle perdite nella stazione meridionale di Marshall County. Le cause dell’incidente sono ancora da chiarire.

Il Keystone Pipeline trasporta il greggio da Alberta, Canada, alle raffinerie statunitensi in Illinois e Oklahoma per un totale di 600mila barili al giorno.

L’oleodotto fa parte del grande sistema di condotte di 2.687 miglia che includerà anche il Keystone XL, un prolungamento di 1.179 miglia che unirà Alberta alla struttura già esistente di Steele City, in Nebraska.

Il progetto per la costruzione del prolungamento dell’oleodotto Keystone è stato approvato dal presidente statunitense Donald Trump con la firma di un ordine esecutivo lo scorso 24 gennaio, quattro giorni dopo il suo insediamento alla Casa Bianca.

I lavori per la realizzazione delle nuove condotte petrolifere erano stati bloccati per mesi da attivisti e nativi americani residenti nelle aree interessate e interrotti dall’ex presidente Barack Obama a causa di potenziali gravi rischi per l’ambiente.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Il presidente delle Filippine Duterte minaccia l’arresto per chi rifiuta il vaccino
Esteri / Madrid concede la grazia ai separatisti catalani condannati per il referendum del 2017
Esteri / Un messaggio in bottiglia ha unito due adolescenti attraverso l’Oceano Atlantico, a distanza di 3 anni
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il presidente delle Filippine Duterte minaccia l’arresto per chi rifiuta il vaccino
Esteri / Madrid concede la grazia ai separatisti catalani condannati per il referendum del 2017
Esteri / Un messaggio in bottiglia ha unito due adolescenti attraverso l’Oceano Atlantico, a distanza di 3 anni
Esteri / “Le guardie libiche violentano le minorenni nei centri di detenzione”
Esteri / Svezia, sfiduciato il governo per la prima volta. Scontro sulla legge per liberalizzare gli affitti
Esteri / “L’Unione Europea ha un piano per tagliare le serie tv britanniche da Netflix e Amazon”
Esteri / Cina, il Covid non ferma il festival di Yulin: “Trucidati migliaia di cani”
Esteri / Quell’umanità in fuga tra macerie e ricordi
Esteri / Un “caso Floyd” in Europa: vittima un uomo di etnia Rom
Esteri / L'obbedienza agli Usa non è una virtù: vuol dire essere succubi del capitalismo finanziario (di A. Di Battista)