Erdogan querela il giornale francese che lo ha definito “lo sradicatore”

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 25 Ott. 2019 alle 15:23 Aggiornato il 10 Gen. 2020 alle 20:12
2
Immagine di copertina
La copertina di Le Point

Turchia: soprannome sgradito, Erdogan denuncia direttore giornale francese

Il presidente della Turchia, Recep Tayyip Erdogan, ha avviato un procedimento giudiziario contro una rivista francese che lo ha definito “L’Eradicateur” (letteralmente “Lo sradicatore”) in riferimento all’offensiva militare in Siria contro le forze curde. Lo riporta l’agenzia turca Anadolu, che spiega che il presidente turco ha denunciato il direttore di Le Point, Etienne Gernelle, e il capo del servizio internazionale della rivista, Romain Gubert, per “insulti pubblici” al presidente, che Ankara configura come reato.

Erdogan definito “lo sradicatore”

Sulla copertina di questa settimana, Le Point ha pubblicato una foto di Erdogan mentre fa un saluto militare accompagnato dal sottotitolo “Pulizia etnica: il metodo Erdogan” e il soprannome “L’Eradicateur”.

L’avvocato di Erdogan, Huseyin Aydin, ha definito la pubblicazione “un tipico esempio di stupidità proveniente da un paese la cui storia è piena di drammatici esempi di genocidio e massacri”.

Guerra Turchia-Siria, il bilancio delle vittime

Intanto, il bilancio delle vittime di questa guerra condotta dalla Turchia in Siria continua a salire: Erdogan ha parlato di 775 terroristi curdi neutralizzati (cioè feriti, colpiti o uccisi) e ha annunciato che sono morti 7 soldati turchi, 79 miliziani alleati e 20 civili. Secondo i dati dell’Osservatorio siriano per i diritti umani, invece, nel conflitto sono morti finora già 304 civili. L’Onu riferisce inoltre di circa 300mila sfollati.

Leggi anche:

Altro che difendere i curdi, Putin vuole prendersi il Medio Oriente (di Giulio Gambino)

La guerra della Turchia contro i curdi in Siria: tutta la storia in versione breve, media e lunga

Caro Pd, perché sostieni ancora l’ingresso della Turchia in Europa?

L’intervista di TPI alla deputata Pd Lia Quartapelle: “Chiederemo il ritiro del contingente Nato dalla Turchia”

Siria, parla a TPI la Ong italiana colpita dall’esercito turco: “Le bombe di Erdogan ci stanno distruggendo”

Armi alla Turchia: il governo dice nì (di Giulio Gambino)

Chi sono i curdi e perché non sono mai riusciti ad avere uno loro Stato

2
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.