Trump abbandona all’improvviso la conferenza stampa per alcuni minuti: “Sparatoria fuori la Casa Bianca”

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 11 Ago. 2020 alle 00:44 Aggiornato il 11 Ago. 2020 alle 00:51
165
Immagine di copertina
Credit: EPA/Stefani Reynolds / POOL

Usa, Trump abbandona la conferenza stampa all’improvviso

Dopo appena due minuti dall’avvio della conferenza stampa sul Coronavirus, il presidente Usa Donald Trump viene chiamato da uno dei suoi agenti che gli sussurra qualche parola all’orecchio ed esce scortato dalla sala. Secondo quanto si è appreso, si sarebbe sentito un suono di colpi d’arma da fuoco vicino alla residenza ufficiale del presidente. Gli agenti dei servizi segreti avrebbero portato Trump nel bunker della Casa Bianca che è stata posta in lockdown per motivi di sicurezza.

Solo dopo qualche minuto il presidente avrebbe fatto ritorno nella sala riunioni. L’allarme sarebbe rientrato. “Qualcuno ha sparato fuori dalla Casa Bianca ed è stato colpito dagli agenti della sicurezza. Ora lo stanno portando in ospedale”, ha spiegato lo stesso Trump spiegando le ragioni del suo improvviso abbandono della conferenza stampa convocata anche per parlare del problema del voto via posta e delle performance della borsa. “L’incidente” ha detto Trump, “è avvenuto fuori dalle cancellate della Casa bianca, ma piuttosto vicino”.

165
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.