Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:44
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Trump: “Ci sarà un’onda rossa mai vista, vinceremo”

Immagine di copertina

Il presidente Trump è a Ocala, a Nord di Orlando, per il suo secondo comizio in Florida. Grande folla, che lo ha atteso per ore. L’entusiasmo della base repubblicana è uno dei motivi che continuano a preoccupare gli strateghi della campagna dem, nonostante il vantaggio di Joe Biden nei sondaggi. “Four more years”, “we love you”, gridano i sostenitori di Trump, molti sono senza mascherina. “Incredibile, mancano 18 giorni, vinceremo le elezioni”, dice Trump in un comizio in cui il presidente evoca il risultato del 2016 e chiede ancora una volta ai “floridians” di “prosciugare la palude”. “Drain the swamp”, chiosa Trump. “La scelta – afferma – è tra la ripresa di Trump e la depressione di Biden”.

“Stiamo correndo contro i media, contro la sinistra e contro le big tech”. “Se vincerà Joe Biden gli Usa saranno posseduti dalla Cina”, ha aggiunto il presidente repubblicano. “Uscite e andate a votare”, ha esortato Trump. Biden “per 47 anni ha mandato all’estero i vostri posti di lavoro – ha avvertito – e chiuso le vostre fabbriche”. “Con Joe Biden c’è il 99% della Silicon Valley”, ha chiosato l’inquilino della Casa Bianca.

“La campagna di Biden non ha alcun entusiasmo, l’unico è quello contro di noi, e di solito non vince, perché si chiama entusiasmo negativo”. Donald Trump nel comizio di Ocala punta su uno dei temi del finale della campagna, l’entusiasmo delle basi elettorali dei repubblicani e dei democratici. La base del Gop appare molto più motivata di quella dem, come testimoniano i sondaggi sul supporto dei militanti ai candidati. In ogni caso, Biden resta in netto vantaggio nelle medie nazionali della corsa presidenziale.

Inoltre Donald Trump ha accusato lo sfidante democratico Joe Biden e la sua famiglia di essere “corrotti”. E quando attacca in particolare il figlio Hunter, i sostenitori scatenati intonano “lock him up”, ovvero “in galera”, lo stesso utilizzato nel 2016 contro Hillary Clinton. “I democratici vogliono aumentare il numero dei giudici della Corte Suprema”, accusa il presidente, ricordando il tema del cambio della composizione della Corte che i democratici potrebbero decidere dopo il voto, in caso di vittoria. Con la nomina di Amy Coney Barrett – che avverrà probabilmente entro la fine del mese – la maggioranza della Corte Suprema sarà di 6 a 3 in favore dei repubblicani.

LO SPECIALE ELEZIONI USA DI TPI
Ti potrebbe interessare
Esteri / Minacce di morte a Megan Markle: cosa è successo alla moglie di Harry
Esteri / Genitori No vax bloccano l’operazione che può salvare la vita del figlio: “Non vogliamo sangue di vaccinati”
Esteri / Il leader ceceno Kadyrov risponde al Papa: “Vergognoso, è rimasto vittima della propaganda”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Minacce di morte a Megan Markle: cosa è successo alla moglie di Harry
Esteri / Genitori No vax bloccano l’operazione che può salvare la vita del figlio: “Non vogliamo sangue di vaccinati”
Esteri / Il leader ceceno Kadyrov risponde al Papa: “Vergognoso, è rimasto vittima della propaganda”
Esteri / Monaci positivi al test antidroga: chiuso un tempio buddhista
Esteri / Chi era la 16enne iraniana uccisa perché indossava un cappello da baseball al posto del velo
Esteri / Singapore, abrogata la legge che puniva sesso gay: risaliva all’epoca coloniale
Esteri / Per 11 giorni aggrappati al timone di una petroliera: tre migranti sopravvivono alla traversata dalla Nigeria alle Canarie
Esteri / L’allarme di Kiev: “Navi russe con 84 missili nel Mar Nero e nel Mediterraneo”
Esteri / Qatar, un alto dirigente ammette che i lavoratori morti per preparare i Mondiali sono stati “tra i 400 e i 500”
Esteri / “Diritti tutelati dalla legge”: la Cina si difende dalle accuse di repressione del dissenso per le politiche anti-Covid