Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:55
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Donald Trump non parteciperà alla Cena dei corrispondenti alla Casa Bianca

Immagine di copertina

Il messaggio del presidente è stato il seguente: "Non sarò presente alla Cena dei corrispondenti di quest’anno. I miei saluti a tutti, spero passiate una bella serata!”

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato via Twitter che non sarà presente alla White House Correspondents’ Dinner, la tradizionale cena dei corrispondenti dalla Casa Bianca che quest’anno è prevista per il 29 aprile.

Il messaggio di Trump è stato il seguente: “Non sarò presente alla Cena dei corrispondenti di quest’anno. I miei saluti a tutti, spero passiate una bella serata!”.

L’evento, una cena di gala dedicata a celebrare la stampa, è un’antica tradizione statunitense: la prima cena si tenne nel 1921, e Calvin Coolidge fu il primo presidente a parteciparvi nel 1924. Da allora, ogni presidente ha partecipato alla cena almeno una volta durante il suo mandato, ed è tradizione che comici e personaggi pubblici si prendano gioco di lui con monologhi satirici.

A sua volta, spesso è lo stesso presidente che sfrutta l’occasione per fare autoironia e commentare con toni leggeri l’attualità. Questo per esempio l’intervento di Barack Obama alla cena del 2016:

*Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come.*

La mancata partecipazione all’evento sembra essere l’ennesima dimostrazione dei pessimi rapporti tra l’amministrazione Trump e i media, che il presidente ha recentemente definito “i nemici del popolo americano”, dopo che già venerdì 23 febbraio alcune prestigiose testate come il New York Times, la Cnn e il Guardian sono state escluse da un incontro con il portavoce Sean Spicer.

Il presidente dell’associazione dei corrispondenti dalla Casa Bianca, Jeff Mason, ha dichiarato che “L’associazione prende atto dell’annuncio fatto dal presidente Donald Trump su Twitter riguardo al fatto che non parteciperà alla cena, che è stata e continuerà ad essere una celebrazione del primo emendamento e dell’importante ruolo svolto da mezzi d’informazione indipendenti in una repubblica sana”.

Il quotidiano britannico The Guardian non sarà presente quest’anno, e anche la Cnn starebbe considerando l’ipotesi di non partecipare.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, Biden fatica a indossare la giacca, poi gli cadono gli occhiali
Esteri / Parigi, paura all’aeroporto Charles De Gaulle: uomo armato di coltello ucciso dalla polizia
Esteri / Ucraina, bombardamenti russi a Nikopol: 11 morti e 13 feriti
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, Biden fatica a indossare la giacca, poi gli cadono gli occhiali
Esteri / Parigi, paura all’aeroporto Charles De Gaulle: uomo armato di coltello ucciso dalla polizia
Esteri / Ucraina, bombardamenti russi a Nikopol: 11 morti e 13 feriti
Esteri / Scoperto un nuovo virus di origine animale in Cina: 35 persone contagiate dal Langya
Esteri / Taiwan: “Cina prepara invasione dell’isola. Le manovre militari proseguono”
Esteri / Trump, l’Fbi ha perquisito la casa dell’ex presidente in Florida. Portate via scatole di documenti
Esteri / È morta Olivia Newton-John: la star di “Grease” aveva 73 anni
Esteri / Congo, i Caschi Blu sparano e uccidono civili: il fallimento dell’Onu di cui nessuno parla
Esteri / Taiwan prepara due esercitazioni di artiglieria. Si riducono operazioni della Cina, riprendono voli
Esteri / Zaporizhzhia, 40 razzi vicino alla centrale nucleare più grande d’Europa. Aiea: “Rischio di disastro”