Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:35
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Trump ha nominato all’Ambiente Scott Pruitt, il procuratore che nega il cambiamento climatico

Immagine di copertina

Ieri il presidente eletto si era incontrato con di Caprio per discutere di difesa dell’ambiente

Leonardo Di Caprio e il direttore della sua fondazione, che si occupa di difesa dell’ambiente, hanno incontrato mercoledì 7 dicembre il presidente eletto degli Stati Uniti Donald Trump per discutere su “come mettere in moto la ripresa economica Usa con investimenti e infrastrutture sostenibili nella costruzione e gestione dell’energia rinnovabile e pulita”.

Di Caprio aveva già incontrato nei giorni precedenti la figlia di Trump Invanka, per regalarle una copia del suo ultimo documentario Before the Flood, dedicato ai rischi derivanti dal cambiamento climatico. 

In risposta, Trump ha confermato nelle ore successive la nomina a capo dell’Environmental Protection Agency (Epa), l’agenzia che si occupa della protezione ambientale e della salute dei cittadini degli Stati Uniti di Scott Pruitt, cioè l’architetto della battaglia legale contro le politiche ecologiste volute da Barack Obama.

Scott Pruitt, attuale segretario alla Giustizia dell’Oklahoma è un repubblicano noto negazionista del cambiamento climatico ed è accusato dai gruppi ambientalisti di essere una marionetta delle lobby del petrolio.

I primi commenti di Pruitt sono stati che gli americani “sono stanchi di vedere miliardi di dollari sottratti alla nostra economia a causa di inutili norme dell’Epa” e che guiderà l’agenzia “in modo che favorisca sia la responsabile protezione dell’ambiente che la libertà per le imprese americane”.

Nel corso della campagna elettorale Trump ha definito il cambiamento climatico una “bufala” inventata dalla Cina per ostacolare l’economica americana e ha annunciato l’intenzione di ritirare gli Stati Uniti dall’accordo di Parigi sul riscaldamento globale.

—LEGGI ANCHE: COSA CAMBIERÀ PER IL CLIMA CON TRUMP PRESIDENTE
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Esteri / Djokovic ha comprato l’80% di un’azienda che lavora a una cura per il Covid
Esteri / Regno Unito, Johnson annuncia la fine delle restrizioni: ma la pandemia corre ancora
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Esteri / Djokovic ha comprato l’80% di un’azienda che lavora a una cura per il Covid
Esteri / Regno Unito, Johnson annuncia la fine delle restrizioni: ma la pandemia corre ancora
Esteri / Eruzione Tonga, Nasa: “500 volte più potente della bomba atomica su Hiroshima”
Esteri / Tonga: arrivano i primi aiuti dopo l’eruzione, ma le autorità temono che i soccorritori possano portare uno “tsunami di Covid”
Esteri / Nizza, spari in centro durante un blitz della polizia: un morto
Esteri / Gerusalemme, primo sfratto da cinque anni a Sheikh Jarrah: Israele demolisce la casa di una famiglia palestinese
Esteri / Ucraina, Blinken invita Putin a scegliere una via pacifica
Esteri / Arrestati in Congo gli assassini dell’ambasciatore Attanasio. “Volevano rapirli”
Esteri / Regno Unito, al via test per settimana lavorativa di 4 giorni