Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 09:07
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Trump critica la Cina per le svalutazioni dello yuan e le ingerenze nel mar cinese

Immagine di copertina

Pechino, riconosciuto dagli Stati Uniti come unico legittimo governo della Cina, alcuni giorni fa aveva protestato per la telefonata di Trump alla presidente di Taiwan

Il presidente eletto Donald Trump ha pubblicato domenica 4 dicembre una serie di tweet in cui criticava la Cina per la sua politica monetaria e le ingerenze nel Mar cinese meridionale.

“La Cina ci ha forse chiesto se fosse ok svalutare la loro moneta (rendendo più difficile la competizione per le nostre imprese), tassare pesantemente i nostri prodotti nel loro paese (noi non lo facciamo con i loro) o costruire un grande complesso militare nel mezzo del Mar cinese meridionale? Non credo!”, ha scritto il futuro inquilino della Casa Bianca su Twitter.

Gli Stati Uniti hanno in passato criticato l’eccessiva svalutazione dello yuan operata da Pechino, sostenendo che danneggia le aziende americane e favorisce illegittimamente le esportazioni cinesi.

Washington inoltre ha chiesto in più occasioni a Pechino di non tentare di impossessarsi delle isole contese del mar cinese meridionale, reclamate anche da altre nazioni del sudest asiatico e per questo ha inviato alcune navi militari nell’area. Entrambe le parti si sono scambiate l’accusa reciproca di voler militarizzare la regione.

Gli Stati Uniti attualmente impongono tariffe su alcune importazioni cinesi, come l’acciaio e i pneumatici, e Trump durante la campagna elettorale ha minacciato di estendere dazi fino al 45 per cento su tutti i beni provenienti dallo stato asiatico.

Alcuni giorni fa Trump aveva rischiato una crisi diplomatica con Pechino, parlando telefonicamente con la presidente di Taiwan, Tsai Ing-wen: la prima fatta da un presidente americano da quando gli Stati Uniti hanno riconosciuto il governo di Pechino come l’unico legittimo della Cina.

I media cinesi hanno scritto che la telefonata tra Trump e la presidente di Taiwan Ing-wen ha mostrato “l’inesperienza” del tycoon e della sua squadra in tema di affari esteri.

Il vice presidente eletto Mark Pence ha cercato di gettare acqua sul fuoco, definendo il colloquio “una telefonata di cortesia” per tentare di sminuirne la rilevanza politica.

Gli Stati Uniti riconoscono Pechino come unico governo della Cina, ma allo stesso tempo non ritengono legittime le pretese dello stato asiatico su Taiwan. Pechino, infatti, considera l’isola come una sua provincia e ha minacciato di utilizzare la forza nel caso in cui essa dichiarasse formalmente la sua indipendenza.

Ti potrebbe interessare
Esteri / "Quella maledetta esplosione ha ucciso nostra figlia e distrutto la nostra casa"
Esteri / L’Ungheria evoca l’uscita dall’Ue: “Possibile nel 2030, quando dovremo dare più di quanto riceviamo”
Esteri / A Wuhan torna l’incubo lockdown: isolato un quartiere e chiuse le scuole
Ti potrebbe interessare
Esteri / "Quella maledetta esplosione ha ucciso nostra figlia e distrutto la nostra casa"
Esteri / L’Ungheria evoca l’uscita dall’Ue: “Possibile nel 2030, quando dovremo dare più di quanto riceviamo”
Esteri / A Wuhan torna l’incubo lockdown: isolato un quartiere e chiuse le scuole
Esteri / Bielorussia, ritrovato morto impiccato il dissidente anti Lukashenko scomparso a Kiev
Esteri / I sospetti dei media Usa e inglesi sulla vittoria di Jacobs: “La storia è piena di vincitori dopati”
Esteri / Regno Unito, in autunno terza dose di vaccino per tutti: la decisione di Boris Johnson
Esteri / Vettel contro Orban: indossa la maglietta pro Lgbt. “Sostengo chi soffre, squalificatemi”
Esteri / “È un terrorista”: Tokyo, atleta iraniano accusato dopo l’oro nella pistola
Esteri / Donna di 60 anni ruba diamanti per 5 milioni di euro con un gioco di prestigio
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”