Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 11:12
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Trump ha cambiato idea sulla Nato

Immagine di copertina

Il presidente statunitense ha affermato che la Nato “non è più obsoleta”, modificando la sua posizione espressa a gennaio

Secondo il presidente degli Stati Uniti Donald Trump la Nato “non è più obsoleta”. L’inquilino della Casa Bianca lo ha affermato dopo aver incontrato il segretario generale dell’Alleanza atlantica, Jens Stoltenberg. 

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

“La nostra sicurezza comune è sempre la cosa numero uno”, ha detto Trump. Il presidente ha sottolineato di aver definito la Nato obsoleta “molto tempo fa” perché accusata di non fare abbastanza contro il terrorismo. L’attacco, in realtà, è avvenuto a gennaio 2017.

Credit: The Washington Post

Gli alleati adesso “hanno cambiato” approccio e “combattono il terrorismo, ho detto che era obsoleta, non lo è più”, ha precisato Trump.

“Il segretario generale ed io abbiamo avuto una discussione produttiva su quello che la Nato può fare di più nella lotta contro il terrorismo”, ha detto ancora Trump, che ha poi rinnovato l’esortazione agli alleati a spendere di più. “Se gli altri Paesi contribuiscono in modo equo, invece di affidarsi agli Stati Uniti per fare la differenza, allora saremo tutti più sicuri”, ha affermato.

Stoltenberg ha parlato dell’impegno “molto forte degli Stati Uniti per la sicurezza in Europa, un impegno non solo nelle parole ma anche nei fatti”.

La Nato non è l’unico argomento su cui Trump ha cambiato idea. Un altro esempio recente è la sua posizione sulla Cina. Attaccata più volte durante la campagna elettorale e definita come un paese manipolatore, ha detto di recente in un’intervista che invece non sono manipolatori. 

Anche sul presidente cinese Xi Jinping la versione di Trump è cambiata, considerato ora un partner disponibile e affidabile, dopo l’incontro a Mar-a-Lago, in Florida. 

Esempio ancora più lampante è quello della Siria. Trump ha criticato la possibilità dell’intervento in Siria – chiedendo al suo predecessore Obama di non farlo – fino al momento del lancio dei missili contro una base militare siriana, in seguito all’attacco chimico della provincia di Idlib. 

Anche su altre questioni Trump ha avuto un cambio di posizione, come avvenuto anche con la nuova legge che dovrebbe sostituire l’Obamacare (che sembrava essere stata accantonata ma così non sarà secondo le ultime parole del presidente) e alcune questioni economiche e di rapporti coi media. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, forte terremoto a Creta: almeno un morto e nove feriti
Esteri / Svizzera, vincono i sì al referendum sui matrimoni gay: favorevoli quasi due terzi degli elettori
Esteri / A San Marino l’aborto è diventato legale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, forte terremoto a Creta: almeno un morto e nove feriti
Esteri / Svizzera, vincono i sì al referendum sui matrimoni gay: favorevoli quasi due terzi degli elettori
Esteri / A San Marino l’aborto è diventato legale
Esteri / Elezioni Germania, crolla la Cdu. Spd avanti: per governare serve l'accordo con Verdi e Liberali
Esteri / Elezioni in Germania, proiezioni: Spd in leggero vantaggio sulla Cdu
Esteri / I talebani appendono i cadaveri di 4 uomini a una gru nella piazza di Herat: “Ecco la pena per i rapitori”
Esteri / Nel Regno Unito mancano cibo e benzina, la colpa è della Brexit e nessuno lo dice
Esteri / Afghanistan, attentato esplosivo a Jalalabad: 8 morti
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”