Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 16:33
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Se Chrome consuma troppa batteria, c’è un trucco per risolvere il problema

Immagine di copertina

Il sito Medium ha condiviso una soluzione per evitare che il browser di Google possa causare rallentamenti e diminuire la durata della batteria del computer

Chi usa un computer per lavoro o in generale per navigare su
Internet, è probabilmente già a conoscenza del fatto che Chrome, il browser di
Google, può spesso essere fonte di qualche problema.

Come molti utenti sapranno, infatti, l’uso di questo
programma per la navigazione sul web può portare rallentamenti nella velocità
delle funzioni del computer e un consumo della batteria più rapido del solito.

Come spiega il web developer Primož Cigler in un recente post sul sito medium.com, in molti avranno notato che, controllando quali sono
le attività che rendono la vita della batteria più breve con la funzione
Activity Monitor, Chrome può spesso trovarsi in prima posizione:

Ma, se questo è il caso, c’è un semplice trucco che secondo
Cigler può risolvere il problema rendendo Chrome più rapido e la batteria più
duratura.

Per farlo, è necessario aprire Chrome e andare sul pulsante “Menu”
(quello con tre linee orizzontali sovrapposte) all’estrema destra della barra
degli indirizzi. Dal menu a tendina che si apre, bisogna poi spostarsi su “Altri
strumenti”, e poi “Task Manager”.

La scheda che si aprirà mostra quali sono le attività in
quel momento più nocive per la CPU del computer. Basterà cliccare su “CPU”,
ordinando così le applicazioni in base al grado di aggressività per la
batteria, e poi cliccare su “Termina processo”.

Spesso infatti si tratta di pagine ben precise, come quelle
costantemente aggiornate, lasciate aperte per ore e ore, a rendere così rapido
l’esaurimento della batteria, o di estensioni del browser installate dall’utente
e lasciate in background.

Fatto questo, si dovrebbe notare una navigazione su Chrome più
rapida.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Ti potrebbe interessare
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"
Esteri / Quattro podcast che raccontano quattro storie di giovani donne afghane
Esteri / Dalla conversione all’Islam ai precedenti: chi è l’attentatore di Kongsberg armato di arco e frecce
Esteri / Incendio in un grattacielo a Taiwan, almeno 46 morti