Covid ultime 24h
casi +17.083
deceduti +343
tamponi +335.983
terapie intensive +38

Tredici migranti sono morti soffocati in un container in Libia

Sono rimasti rinchiusi per quattro giorni. In totale erano in 69. Tra i sopravvissuti una bambina di cinque anni

Di TPI
Pubblicato il 23 Feb. 2017 alle 15:30 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 09:22
0
Immagine di copertina

Tredici migranti irregolari sono morti soffocati martedì 21 febbraio 2017 dopo essere rimasti rinchiusi in un container per quattro giorni in Libia.

Il container, secondo quanto riferito dal portavoce della Mezzaluna rossa libica, Mohamed Misrati, trasportava “69 migranti, in maggioranza provenienti dal Mali”.

Tra i sopravvissuti c’è una “bambina di cinque anni che si chiama Aisha che sta bene”, come dichiarato dallo stesso portavoce. 

Misrati ha precisato che il container ha viaggiato per quattro giorni tra “due città della Libia”. L’agenzia Ap ha precisato che si tratta di Bani Walid e Khoms, una al centro e l’altra a ovest del paese.

Secondo Misrati, la maggior parte dei sopravvissuti “sta male” dopo esser rimasta chiusa diversi giorni senza mangiare né bere e senza aria. Alcuni di loro presentano “fratture composte”.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Messaggio politico elettorale. Committente: Tobia Zevi

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.