Covid ultime 24h
casi +18.916
deceduti +280
tamponi +323.047
terapie intensive +22

Il numero uno di Uber abbandona Trump

L'amministratore delegato della società di ride sharing Travis Kalanick ha voluto prendere le distanze dal cosiddetto Muslim Ban

Di TPI
Pubblicato il 3 Feb. 2017 alle 09:18 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 02:01
0
Immagine di copertina

L’amministratore delegato di Uber Travis Kalanick ha deciso di lasciare il gruppo dei consiglieri economici del presidente americano Donald Trump giovedì 2 febbraio 2017. Una decisione presa per distanziare se stesso e la popolare società di ride sharing dal controverso Muslim Ban, ordine esecutivo sull’immigrazione firmato pochi giorni fa dal presidente.

“Entrare a far parte del consiglio non implicava appoggiare il presidente o la sua agenda, ma sfortunatamente è stato mal interpretato”, ha dichiarato Kalanick, il cui ingresso nel consiglio è coinciso proprio con l’annuncio dell’ordine esecutivo. “L’immigrazione e l’apertura ai rifugiati sono una parte importante del successo del paese e di Uber”, ha tenuto a sottolineare Kalanick.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.