Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 08:41
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Decine di tentativi di suicidio nelle comunità indigene del Canada

Immagine di copertina

Dichiarato lo stato di emergenza: in una comunità di 2mila abitanti undici persone hanno tentato di togliersi la vita in un giorno

Una comunità indigena del nord del Canada ha dichiarato sabato 9 aprile lo stato di emergenza dopo che undici persone hanno tentato di suicidarsi in un solo giorno.

A marzo altre ventotto persone hanno provato a togliersi la vita e più di cento dallo scorso settembre. La più giovane è una bambina di undici anni.

Un’altra tribù di aborigeni del Canada, che vive nel Manitoba, ha chiesto aiuto a marzo dopo i sei suicidi avvenuti in due mesi e 140 tentati suicidio in due settimane.

La riserva di Attawapiskat First Nation è una comunità di duemila persone nella provincia dell’Ontario.

“È un incubo ricorrente che colpisce la nostra comunità ogni anno, soprattutto tra i più giovani e durante l’inverno”, si lamenta un membro del parlamento locale intervistato dalla Reuters.  

Sulla vicenda è intervenuto lo stesso premier Justin Trudeau, che ha definito la notizia “straziante”: “Continueremo a lavorare per migliorare le condizioni di vita delle tribù indigene, ha scritto su Twitter.

Il servizio sanitario ha inviato una task force di psicologi e assistenti sanitari.

Un abitante della comunità ha detto alla stampa canadese che l’epidemia è iniziata in autunno, quando una ragazza di 13 anni si è uccisa dopo un caso di bullismo a scuola ed è peggiorata con l’arrivo del rigido inverno e a causa dei problemi legati a alcol e droghe di molti membri della comunità.

Gli indigeni in Canada sono 1,4 milioni di persone, circa il 4 per cento della popolazione, vivono in una condizione di estrema povertà in zone remote del paese e hanno una speranza di vita al di sotto della media e un alto tasso di criminalità.

I problemi legati alle comunità indigene sono in primo piano nel dibattito sui media canadesi dopo che a gennaio un uomo armato di fucile a La Loche nel nord del Canada ha ucciso quattro persone.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"
Esteri / Quattro podcast che raccontano quattro storie di giovani donne afghane
Esteri / Dalla conversione all’Islam ai precedenti: chi è l’attentatore di Kongsberg armato di arco e frecce