Tensione con la Russia per le esercitazioni missilistiche dell’Ucraina in Crimea

Kiev annuncia test militari sul mar Nero, vicino al confine con la penisola russa. Il Cremlino si mette in stato di allerta

Di TPI
Pubblicato il 1 Dic. 2016 alle 14:15 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 20:36
0
Immagine di copertina

Giovedì 1 dicembre l’esercito ucraino ha iniziato un’esercitazione missilistica di due giorni nello spazio aereo sopra il Mar Nero, a ovest della penisola di Crimea, che è sotto il controllo russo dal 2014. La decisione ha causato la reazione della Russia, che ha definito i test militari una provocazione e ha minacciato di mobilitare la sua flotta per abbattere i missili ucraini.

L’Ucraina ha chiarito che l’esercitazione non riguarderà lo spazio aereo sopra la Crimea, ma una zona a trenta chilometri dal confine. Un funzionario militare, Volodymyr Kryzhanovsky, ha specificato in un’intervista televisiva che i test saranno condotti in conformità al diritto internazionale.

Negli scorsi giorni l’Ucraina aveva emanato un avviso, comunicando l’area dove si sarebbero svolte le esercitazioni. Ma il ministro della Difesa russo ha sostenuto che l’intervento “viola il confine marino della Federazione russa”, in una nota inviata all’ambasciata ucraina, secondo l’agenzia di stampa russa Interfax.

L’episodio rappresenta una nuova fonte di tensione tra Mosca e Kiev, dopo l’invasione russa della Crimea e il sostegno del Cremlino ai ribelli separatisti filo-russi nella parte orientale dell’Ucraina.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.