Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:55
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Stati Uniti, Shell ai lavoratori: “Niente paga a chi diserta l’incontro con Trump”

Immagine di copertina
Credit: Afp

Il caso, avvenuto in un'azienda petrolchimica in Pennsylvania, è stato denunciato dai sindacati

L’azienda petrolchimica Shell ai lavoratori: “Niente paga a chi diserta l’incontro con Trump”

Partecipare all’incontro del presidente degli Stati Uniti Donald Trump e farlo senza contestare. Oppure, agli assenti, niente paga per la giornata di lavoro. Queste le condizioni imposte agli operai di un’azienda petrolchimica in Pennsylvania, la Royal Dutch Shell, che ha ospitato, giovedì 15 agosto, un incontro con il Tycoon.

In una lettera inviata ai sindacati, l’azienda ha spiegato che la presenza “non era obbligatoria” ma che, nel caso in cui il lavoratore avesse deciso di disertare l’iniziativa, non avrebbe ricevuto il compenso previsto per le ore di lavoro. Secondo quanto riportato dalla Pittsburgh Gazette, alle sigle sindacali è stato chiesto di garantire un “certo decoro” durante la visita presidenziale ed evitare contestazioni. “Non saranno tollerate urla, proteste o qualunque atto sarà visto come resistenza. Obiettivo dell’evento è promuovere la buona volontà dei sindacati”,  quanto scritto dalla Royal Dutch Shell nel messaggio inviato ai rappresentanti degli impiegati.

Nonostante l’appuntamento fosse ufficialmente incentrato sul tema dell’energia, Trump ha trasformato l’incontro in un comizio elettorale, senza perdere l’occasione di attaccare i democratici.

“Penso che a loro non freghi niente della zona occidentale della Pennsylvania, e voi?”, ha affermato The Donald dal palco. Inoltre, il presidente si è attribuito i meriti di aver costruito l’impianto della Shell, la cui costruzione in realtà era stata annunciata sotto l’amministrazione Obama, dicendo ai lavoratori: “Questo non sarebbe successo senza di me e noi”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Esteri / Germania, niente stipendio ai no vax in quarantena: “Perché devono pagare altri per chi sceglie di non vaccinarsi?”
Esteri / Elezioni in Germania: chi sarà il successore di Angela Merkel. La guida al voto
Esteri / Francia, candidato alle presidenziali attacca la Nutella: “Fa male ai bambini e all’ambiente”
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Canada, Trudeau perde la scommessa delle elezioni anticipate: liberali al governo senza maggioranza