Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:09
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Una star di YouTube ha denunciato di essere stato fatto scendere da un aereo perché parlava arabo

Immagine di copertina

Lo statunitense di origini yemenite Adam Saleh ha diffuso un video in cui dichiara di essere stato cacciato per aver parlato in arabo al telefono con sua madre

Un ventitreenne statunitense di origini yemenite, Adam Saleh, notissimo come autore di video su Instagram e YouTube, dove ha più di due milioni di iscritti al suo canale, è stato fatto scendere da un aereo in attesa di decollo perché avrebbe parlato in arabo al telefono.

Nella mattinata di oggi mercoledì 22 dicembre, Saleh si trovava con un amico a bordo di un volo della Delta Air Lines in procinto di partire da Londra a New York, quando, secondo il suo resoconto, avrebbe fatto una telefonata a sua madre parlando in arabo, visto che la signora parla solo quella lingua.

Mentre, finita da poco la telefonata, Saleh continuava a parlare in arabo con il suo compagno di viaggio Slim Albaher, un altro youtuber piuttosto noto, una donna si sarebbe girata verso di lui esclamando “Oh mio Dio, bisogna parlare inglese, mi sento molto a disagio”, e altri passeggeri si sarebbero aggiunti alla protesta della signora.

Essendosi creata una certa tensione a bordo, è stato avvertito il comandante, al quale la signora della prima lamentela avrebbe detto “È successo qualcosa in Germania, se non scendono loro scendo io”. A quel punto il comandante avrebbe chiesto a Saleh e al suo amico di seguirli fuori per affrontare la questione, ma il giovane ha cominciato a registrare una diretta video di ciò che accadeva, condividendola con i suoi seguaci via Twitter.

Protestando ad alta voce mentre si trovava in piedi lungo il corridoio tra le due ali di passeggeri, Saleh ha continuato a filmare, e nel video sono ben visibili alcuni passeggeri che lo prendono in giro salutandolo con fare denigratorio, mentre esclama “Abbiamo parlato una lingua diversa e per questo ora ci stanno cacciando. È il 2016! Non riesco a credere ai miei occhi”.

Questo il tweet in cui è stato ripreso l’accaduto in video:

(L’articolo continua dopo il video)

In seguito il ventiduenne ha continuato a realizzare alcuni video dall’aeroporto di Londra, dove a suo dire la compagnia aveva chiesto a lui e al suo amico di aspettare in attesa di prendere una decisione sull’accaduto. 

Dopo essere stati perquisiti nuovamente, nonostante avessero già passato i controlli di sicurezza precedentemente, i due sono stati fatti salire su un altro volo per New York con una compagnia aerea diversa.

(L’articolo prosegue dopo le immagini)

Delta ha rilasciato una dichiarazione sui propri account social comunicando che due clienti erano stati fatti scendere da un volo dopo “aver creato un disturbo in cabina che ha generato le proteste di più di 20 altri clienti”.

Nel comunicato si legge anche: “Stiamo conducendo un’indagine approfondita per capire ciò che è accaduto. Prendiamo molto sul serio le accuse di discriminazione; la nostra cultura richiede di trattare gli altri con rispetto”.

Non tutti però sembrano propensi a credere alla versione di Saleh, principalmente a causa delle sue attività come youtuber, che in passato, anche di recente, avrebbero incluso scherzi e bufale dimostratesi poi dei falsi.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Alaska, uomo combatte con un orso per una settimana: trovato per caso, è salvo
Esteri / L’appello di Lula a Draghi: “Il vaccino è per tutti, non solo di chi lo può comprare”
Esteri / India, 4.300 morti in due mesi per i contagi da fungo nero: “Un’epidemia nella pandemia”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Alaska, uomo combatte con un orso per una settimana: trovato per caso, è salvo
Esteri / L’appello di Lula a Draghi: “Il vaccino è per tutti, non solo di chi lo può comprare”
Esteri / India, 4.300 morti in due mesi per i contagi da fungo nero: “Un’epidemia nella pandemia”
Esteri / Indonesiano positivo al Covid finge di essere la moglie e prende un aereo: scoperto durante il volo
Esteri / Come funziona il Green Pass all’estero: ecco i Paesi dove è obbligatorio e per quali attività
Esteri / Ombre cinesi sul G20 di Napoli: Pechino complica l'accordo sul clima
Esteri / “Chiedono il vaccino ma è troppo tardi”: il racconto del medico che cura i pazienti Covid non vaccinati
Esteri / Ungheria, Orban sfida l'Ue: "Un referendum sulla legge anti-Lgbtq"
Esteri / Jeff Bezos ringrazia i dipendenti e i clienti Amazon: “Avete pagato il mio volo nello spazio”
Esteri / C'è anche Macron nella lista dei probabili spiati col software Pegasus