Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

La sonda Rosetta termina la sua missione spaziale

Immagine di copertina

Dopo dieci anni di viaggio e due al seguito della cometa, la sonda si schianterà contro il corpo celeste stesso

Una delle più audaci missioni spaziali mai intraprese sta per giungere al termine. La sonda Rosetta, che negli ultimi due anni ha seguito una cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, venerdì 30 settembre entrerà in rotta di collisione con il corpo celeste stesso.

Gli scienziati dell’Agenzia Spaziale Europea hanno comunicato che il satellite è giunto al termine della sua missione, ma vogliono avere alcune misurazioni finali ravvicinate alla cometa.

Infatti, mentre scenderà verso una zona molto attiva, con cavità da cui fuoriescono gas e polveri, Rosetta raccoglierà immagini ad alta risoluzione, ricche di indizi che aiuteranno a ricostruire l’alba del Sistema Solare.

“Siamo pronti per l’impatto finale sulla cometa”, ha osservato sul sito dell’Esa il direttore delle operazioni spaziali della missione, Paolo Ferri. Il ‘pilota’ di Rosetta, Andrea Accomazzo, direttore di volo della missione, ha spiegato che la sonda “non è stata progettata per un impatto, dunque non sopravvivrà di sicuro, non c’è dubbio”.

Il viaggio di Rosetta era iniziato dieci anni fa e nel 2014 aveva raggiunto la cometa. Per 25 mesi la sonda ha vissuto accanto al corpo celeste e ha raccolto oltre 100mila immagini e rilevazioni, che hanno dato informazioni senza precedenti sul comportamento delle comete, sulla loro struttura e composizione chimica.

Nel novembre del 2014 da Rosetta era stata fatta partire anche la sonda Philae che era atterrata sulla superficie della cometa per raccogliere ulteriori informazioni, segnando un precedente storico nelle esplorazioni del cosmo.

Gli scienziati ritengono che le comete, formate principalmente da ghiaccio e polvere, siano i residui rimasti dalla condensazione della nebulosa da cui si formò il Sistema Solare, e per questo il loro studio potrebbe garantire un punto d’osservazione privilegiato sulle condizioni dell’universo quattro miliardi e mezzo di anni fa.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Vertice italo-turco, Erdogan: “Con Italia rapporti sempre più sviluppati”. Draghi: “Turchi partner, amici e alleati”
Esteri / InvestEU: la Commissione Europea e l’italiana Cassa Depositi e Prestiti firmano il primo accordo europeo di Advisory
Esteri / Lumache giganti invadono il Sud della Florida: una città in quarantena
Ti potrebbe interessare
Esteri / Vertice italo-turco, Erdogan: “Con Italia rapporti sempre più sviluppati”. Draghi: “Turchi partner, amici e alleati”
Esteri / InvestEU: la Commissione Europea e l’italiana Cassa Depositi e Prestiti firmano il primo accordo europeo di Advisory
Esteri / Lumache giganti invadono il Sud della Florida: una città in quarantena
Esteri / Burkina Faso, strage di cristiani in un villaggio. Ci sono almeno 22 morti
Esteri / Chi è Robert Crimo, il rapper arrestato per la sparatoria del 4 luglio in Illinois
Esteri / Guerra in Ucraina. Nato: Stoltenberg, avviata ratifica adesione Svezia-Finlandia
Esteri / Usa, sparatoria alla parata del 4 luglio nell’area di Chicago: “almeno 5 morti e 16 feriti”
Esteri / Ricky Martin accusato di violenza domestica nei confronti dell’ex
Esteri / Usa, 25enne afroamericano ucciso con 60 colpi di pistola dalla polizia durante in inseguimento: il video
Esteri / Anticipazione TPI – Il razzismo verso afroamericani e minoranze negli Usa raccontato da “Il fattore umano”