Covid ultime 24h
casi +22.930
deceduti +630
tamponi +148.945
terapie intensive +9

Usa, spara alla moglie “perché non facevano abbastanza sesso”

Di Marco Nepi
Pubblicato il 3 Set. 2020 alle 10:42 Aggiornato il 3 Set. 2020 alle 10:44
67
Immagine di copertina

Uccide la moglie “perché non facevano abbastanza sesso”

Un uomo ha ucciso la moglie “perché non facevano abbastanza sesso” e ha aperto il fuoco sui vicini di casa, due giovani di 29 e 12 anni, perché “odia i bambini”. La tragica vicenda è avvenuta nella tarda serata di domenica 30 agosto a Minneapolis, Stati Uniti. Jason Michael Mesich è stato arrestato con l’accusa di omicidio per aver ucciso la moglie Angela Lynn.

Dopo l’omicidio l’uomo avrebbe nascosto il corpo senza vita della donna nel garage di casa e avrebbe successivamente sparato alle vicine, Canisha, 29 anni, e Makayla Saulter, 12 anni. La 12enne è stato colpita alla testa, le sue condizioni sono critiche. La sorella ha riportato invece delle gravi ferite a una gamba. L’uomo ha raccontato alla polizia che ha deciso di uccidere la moglie perché non facevano abbastanza sesso e che ha sparato alle due giovani vicine di casa perché “odia i bambini”.

Canisha Saulter

Leggi anche: “Ho scoperto mia suocera fare sesso con mio marito”: madre e figlio rischiano 20 anni di carcere per incesto

67
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.