Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:50
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Sospeso il giudice dell’Alabama che si opponeva ai matrimoni gay

Immagine di copertina

Roy Moore, presidente della Corte suprema dell'Alabama di stampo ultra conservatore, aveva emanato una direttiva per negare le licenze matrimoniali alle coppie gay

Il presidente della Corte suprema dello stato americano dell’Alabama è stato rimosso dal suo incarico venerdì 30 settembre 2016 per aver rifiutato di adeguarsi alla decisione federale di legalizzare i matrimoni tra persone dello stesso sesso.

Roy Moore, 69 anni, ha violato l’etica giuridica emanando la direttiva di negare le licenze matrimoniali alle coppie formate da persone dello stesso sesso in aperto contrasto con la decisione della corte federale.

Si tratta della seconda sospensione per il conservatore Moore che in precedenza si era rifiutato di rimuovere un monumento dedicato ai dieci comandamenti da un edificio governativo.

Secondo il giudice dell’Alabama, la decisione “è il risultato di una pressione politica da parte degli omosessuali radicali e dei gruppi transgender affinché io fossi rimosso dall’incarico di presidente della Corte suprema per via della mia ferma opposizione ai loro scopi immorali”.

L’avvocato di Moore, Mat Staver, ha fatto sapere che ricorrerà in appello contro la decisione della Corte di giustizia dell’Alabama, e sostiene la rimozione dall’incarico del suo cliente è un abuso di potere.

Ma gli attivisti per i diritti civili festeggiano la vittoria: “La gente dell’Alabama che tiene in gran conto lo stato di diritto non rimpiangerà l’ayatollah dell’Alabama”, ha commentato Richard Cohen, presidente del Southern Poverty Law Center.

“Lo spettacolo di un presidente della Corte suprema dello stato che invita gli altri giudici a non seguire un ordine della corte federale mina l’integrità del sistema giudiziario”, ha aggiunto Cohen.

La Corte di giustizia che ha sospeso Moore ha rilevato che la direttiva da lui emanata il 6 gennaio scorso mostrava “disprezzo per una legge federale vincolante”, ovvero la decisione del giugno del 2015 della Corte suprema degli Stati Uniti di garantire alle coppie gay e lesbiche il diritto al matrimonio.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Esteri / Un milione di dollari in palio per chi si vaccina: la lotteria dell’Ohio per incentivare i No Vax
Esteri / "Io, scrittore israeliano, vi dico che l'inferno non finirà mai: Israele non sa riconoscere i suoi errori"
Ti potrebbe interessare
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Esteri / Un milione di dollari in palio per chi si vaccina: la lotteria dell’Ohio per incentivare i No Vax
Esteri / "Io, scrittore israeliano, vi dico che l'inferno non finirà mai: Israele non sa riconoscere i suoi errori"
Esteri / Nuovi raid su Gaza, tre razzi lanciati dalla Siria. Finora 126 morti
Esteri / “I vaccinati causano infertilità e aborti”: i no-mask pensano addirittura di usare la mascherina
Esteri / In Cambogia migliaia di persone sono rimaste senza cibo e medicine a causa del lockdown
Esteri / Iran, ragazzo di 20 anni decapitato dai suoi familiari perché gay
Esteri / L’uomo con 151 figli e 16 mogli: “Il mio lavoro è soddisfarle sessualmente”
Esteri / L’ex miss Myanmar si unisce alla lotta contro la dittatura militare: “Combatto per il mio Paese”
Esteri / David Grossman: “Il dialogo è fallito, la violenza fra arabi ed ebrei spezza il sogno della coesistenza”