Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Sospeso il giudice dell’Alabama che si opponeva ai matrimoni gay

Immagine di copertina

Roy Moore, presidente della Corte suprema dell'Alabama di stampo ultra conservatore, aveva emanato una direttiva per negare le licenze matrimoniali alle coppie gay

Il presidente della Corte suprema dello stato americano dell’Alabama è stato rimosso dal suo incarico venerdì 30 settembre 2016 per aver rifiutato di adeguarsi alla decisione federale di legalizzare i matrimoni tra persone dello stesso sesso.

Roy Moore, 69 anni, ha violato l’etica giuridica emanando la direttiva di negare le licenze matrimoniali alle coppie formate da persone dello stesso sesso in aperto contrasto con la decisione della corte federale.

Si tratta della seconda sospensione per il conservatore Moore che in precedenza si era rifiutato di rimuovere un monumento dedicato ai dieci comandamenti da un edificio governativo.

Secondo il giudice dell’Alabama, la decisione “è il risultato di una pressione politica da parte degli omosessuali radicali e dei gruppi transgender affinché io fossi rimosso dall’incarico di presidente della Corte suprema per via della mia ferma opposizione ai loro scopi immorali”.

L’avvocato di Moore, Mat Staver, ha fatto sapere che ricorrerà in appello contro la decisione della Corte di giustizia dell’Alabama, e sostiene la rimozione dall’incarico del suo cliente è un abuso di potere.

Ma gli attivisti per i diritti civili festeggiano la vittoria: “La gente dell’Alabama che tiene in gran conto lo stato di diritto non rimpiangerà l’ayatollah dell’Alabama”, ha commentato Richard Cohen, presidente del Southern Poverty Law Center.

“Lo spettacolo di un presidente della Corte suprema dello stato che invita gli altri giudici a non seguire un ordine della corte federale mina l’integrità del sistema giudiziario”, ha aggiunto Cohen.

La Corte di giustizia che ha sospeso Moore ha rilevato che la direttiva da lui emanata il 6 gennaio scorso mostrava “disprezzo per una legge federale vincolante”, ovvero la decisione del giugno del 2015 della Corte suprema degli Stati Uniti di garantire alle coppie gay e lesbiche il diritto al matrimonio.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Dopo un anno di presidenza Biden la rotta migratoria Messico-Usa è ancora un inferno: la denuncia di Msf
Esteri / Pedofilia, quasi 500 vittime di abusi nella diocesi di Monaco. Ratzinger non agì di fronte a 4 casi
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Ti potrebbe interessare
Esteri / Dopo un anno di presidenza Biden la rotta migratoria Messico-Usa è ancora un inferno: la denuncia di Msf
Esteri / Pedofilia, quasi 500 vittime di abusi nella diocesi di Monaco. Ratzinger non agì di fronte a 4 casi
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Esteri / Djokovic ha comprato l’80% di un’azienda che lavora a una cura per il Covid
Esteri / Regno Unito, Johnson annuncia la fine delle restrizioni: ma la pandemia corre ancora
Esteri / Eruzione Tonga, Nasa: “500 volte più potente della bomba atomica su Hiroshima”
Esteri / Tonga: arrivano i primi aiuti dopo l’eruzione, ma le autorità temono che i soccorritori possano portare uno “tsunami di Covid”
Esteri / Nizza, spari in centro durante un blitz della polizia: un morto
Esteri / Gerusalemme, primo sfratto da cinque anni a Sheikh Jarrah: Israele demolisce la casa di una famiglia palestinese
Esteri / Ucraina, Blinken invita Putin a scegliere una via pacifica