Covid ultime 24h
casi +14.078
deceduti +521
tamponi +267.567
terapie intensive -43

Il sito femminista che regala vibratori alle donne

Sexy Liberation vuole incoraggiare le donne a esplorare la propria sessualità andando oltre i rapporti sessuali tradizionali, utilizzando vibratori e altri sex toys

Di TPI
Pubblicato il 30 Mar. 2017 alle 13:40 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 01:32
0
Immagine di copertina

Un’organizzazione femminista, Sexy Liberation, ha recentemente scelto di utilizzare il suo sito per offrire gratuitamente, o in alcuni casi a prezzi molto scontati, una serie di sex toys alle donne che ne facciano richiesta.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Tutto nasce dal fatto che gli uomini eterosessuali raggiungono l’orgasmo il 95 per cento delle volte in cui hanno rapporti sessuali, mentre la percentuale delle donne eterosessuali si attesta sul 65 per cento.

Sexy Liberation ha scelto di fare la sua parte per colmare questo divario, incoraggiando le donne a esplorare la propria sessualità andando oltre i rapporti sessuali tradizionali, ma utilizzando anche vibratori e altri oggetti costruiti per dare piacere. 

Al momento è possibile visionare un catalogo di oggetti in vendita sul sito dell’organizzazione e ottenerlo senza alcuna spesa, almeno fino a quando l’iniziativa sarà attiva.

“Molte persone non hanno accesso o non sono stati esposti all’eccitante mondo dell’esplorazione sessuale, quindi vogliamo aiutare le persone, soprattutto le donne, facendo da trampolino di lancio”, dichiarano i rappresentanti del sito. “La sperimentazione personale attraverso accessori sessuali può aiutare le donne a scoprire e abbracciare le proprie fonti di piacere. Se sei una donna che ha problemi a raggiungere l’orgasmo con il tuo partner, siamo qui per te”.

Questo il link del sito di Sexy Liberation.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.