Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:17
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

La Turchia concede una nuova tregua di 150 ore per consentire l’evacuazione dei curdi dalla “safe zone” nel nord-est della Siria

Immagine di copertina
Credits: pixabay

Siria, la Turchia concede una nuova tregua di 150 ore per consentire l’evacuazione dei curdi

Il presidente della Turchia Erdogan e il leader del cremlino Vladimir Putin al termine del loro incontro a Sochi in Russia hanno siglato un memorandum d’intesa che prevede una nuova tregua di 150 ore nel nord-est della Siria in modo che i curdi riescano a completare l’evacuazione dalla safe zone.

L’accodo prevede che a partire dalle 12,00 di domani (ore 11 in Italia) la polizia militare russa e le guardie di frontiera siriane entrerino nell’area di confine tra Turchia e Russia per facilitare lo spostamento delle milizie curde.

Al termine delle 150 ore ci saranno dei pattugliamenti congiunti delle forze armate di Ankara e Mosca per verificare che sia stato mantenuto l’accordo.

Oggi alle 21 (ora italiana) sarebbe terminata la prima tregua di 5 giorni concordata da Turchia e Stati Uniti il 17 ottobre scorso con cui Erdogan si impegnava a cessare il fuoco a patto che i curdi iniziassero la ritirata da una “zona di sicurezza” di 30 chilometri al confine tra Siria e Turchia, a est del fiume Eufrate.

Siria, dopo l’incontro con Putin il presidente della Turchia Erdogan annuncia una nuova tregua di 150 ore per l’evacuazione dei curdi dalla Siria
Tutte le ultime notizie sulla guerra in Siria
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Rinviati senza motivo i colloqui sui controlli agli armamenti nucleari”: l’accusa degli Usa alla Russia
Esteri / Guerra in Ucraina, la Russia contro il Papa: “È perversione”
Esteri / L’ambasciatrice Usa alla Nato: “Dichiarare la Russia sponsor del terrorismo potrebbe essere controproducente”
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Rinviati senza motivo i colloqui sui controlli agli armamenti nucleari”: l’accusa degli Usa alla Russia
Esteri / Guerra in Ucraina, la Russia contro il Papa: “È perversione”
Esteri / L’ambasciatrice Usa alla Nato: “Dichiarare la Russia sponsor del terrorismo potrebbe essere controproducente”
Esteri / Nasce CRO Cyber Rights Organization con sede all’Aja: ai vertici due giovani italiane
Esteri / I proiettili usati per reprimere le manifestazioni in Iran sono prodotti da un’azienda italo-francese
Esteri / Uccide il compagno con una coltellata e rivela l’omicidio su Facebook cambiando lo status in “vedova”
Esteri / “Harry aspetta un figlio dalla sua amante”: lo scoop che fa tremare il principe
Esteri / Le artiste iraniane sfidano il regime mostrandosi senza velo
Esteri / Foto hot su Onlyfans: poliziotta di Scotland Yard sospesa dal servizio
Esteri / Spagna, la destra di Vox in piazza contro Sánchez: “Governa contro il popolo, dimissioni subito”