Covid ultime 24h
casi +16.146
deceduti +477
tamponi +273.506
terapie intensive -35

Il canto di una bambina siriana spezzato dall’esplosione di una bomba

Il video amatoriale è stato pubblicato su YouTube. I bambini hanno pagato un prezzo altissimo in questi cinque anni di conflitto

Di TPI
Pubblicato il 30 Ago. 2016 alle 12:07 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 18:05
0
Immagine di copertina

Un video amatoriale di pochi minuti riprende una bambina che si diverte a intonare una canzone. Seduta sul divano, scandisce un’allegra filastrocca dedicata ai suoi genitori, e in particolare alla mamma che la filma e la incita a continuare. 

Ma a un certo punto quella voce innocente viene spezzata dall’esplosione di una bomba che colpisce la sua abitazione. Alle strofe della canzone si sostituiscono le urla e la paura. Si sente in sottofondo la voce della donna che corre per mettere la figlia al riparo.

Secondo attivisti siriani, Nada, questo il nome della bambina, vive ad Aleppo e questo video mostra la terribile quotidianità nella quale sono costretti a vivere i bambini nella città siriana, dove le bombe e le esplosioni avvengono con una frequenza ormai insostenibile. 

In questo conflitto che dura oramai da cinque anni, i bambini stanno pagando un prezzo altissimo in termini di vite umane. L’ultimo bombardamento in ordine di tempo che ha ucciso almeno undici bambini risale allo scorso 25 agosto. Tra le vittime un neonato di appena due mesi e una bambina di tre anni.

Inoltre, secondo i dati pubblicati nell’ultimo rapporto dell’Unicef, il  numero complessivo dei minori siriani colpiti dalle conseguenze della guerra (all’interno del paese o negli stati dove si sono rifugiati) è di circa 8,4 milioni, ossia oltre l’80 per cento della popolazione infantile della Siria. 

(Qui il video)

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.