Covid ultime 24h
casi +21.273
deceduti +128
tamponi +182.032
terapie intensive +80

Candidato sindaco di Parigi in un video hot, si ritira il fedelissimo di Macron

L'ex portavoce del governo è al centro di fughe di immagini porno e conversazioni private sui social

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 14 Feb. 2020 alle 10:10 Aggiornato il 14 Feb. 2020 alle 10:14
50
Immagine di copertina
Benjamin Griveaux Credit: En Marche!

Candidato sindaco di Parigi in un video hot, si ritira il fedelissimo di Macron

Benjamin Griveaux, candidato voluto dal presidente francese, Emmanuel Macron, per la corsa a sindaco di Parigi si è ritirato ieri, giovedì 13 febbraio, dalla campagna dopo la pubblicazione di un suo video intimo e la fuga di immagini porno e conversazioni private sui social.

“Un sito Web e i social network hanno lanciato vili attacchi riguardanti la mia vita privata. La mia famiglia non lo merita. Nessuno dovrebbe mai essere sottoposto a tali abusi”, ha spiegato Griveaux.

Chi è il candidato di Macron

L’ex socialista, 42 anni, che aveva già lavorato con Dominique Strauss Khan, è un fedelissimo di Macron e di EnMarche!, fa parte della cosiddetta “banda dei Mormoni” che ha aiutato la vittoria del leader nel 2017.

Griveaux era poi stato nominato portavoce del governo, non sempre popolare: alcuni ricordano quando un gruppo di gilet gialli ha sfondato con un trattore la porta del suo ministero. In primavera aveva poi annunciato di voler correre a sindaco di Parigi, ottenendo la candidatura a scapito del matematico Cédric Villani, che ha poi deciso di presentarsi da solo in aperta dissidenza con l’apparato di En Marche.

La storia dei video hot

Le dimissioni di Griveaux sono uno shock per il movimento di Macron che, dopo essersi diviso nella scelta, ora non ha più un candidato a sindaco nella capitale e deve affrontare le elezioni tra poco più di un mese.

Non è ancora chiaro chi abbia postato le immagini porno che riguardano l’ex candidato. Un esponente di estrema destra, Joachim Son-Forget, aveva diffuso alcuni contenuti già ieri sera sul suo profilo Twitter dove il nome di Griveaux era rapidamente diventato tra i più seguiti. In poche ore la campagna sui social ha provocato una situazione insostenibile per Griveaux, sposato e con figli, che ha tra l’altro fatto della politica in favore delle famiglie una delle sue priorità in campagna elettorale.

Leggi anche:

Francia, cosa prevede la contestata riforma delle pensioni di Macron e perché è meglio di Quota 100

Francia paralizzata dagli scioperi contro la riforma delle pensioni, violenti scontri a Parigi tra black block e polizia

50
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.