Covid ultime 24h
casi +18.916
deceduti +280
tamponi +323.047
terapie intensive +22

Sette rifugiati sono stati accusati di aver tentato di dare alle fiamme un senzatetto a Berlino

La polizia li ha arrestati grazie alle telecamere all’interno di un vagone della metropolitana, il clochard è stato salvato dal tempestivo intervento dei passanti

Di TPI
Pubblicato il 28 Dic. 2016 alle 08:54 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 21:10
0
Immagine di copertina

Sette giovani migranti sono stati arrestati dalla polizia tedesca con l’accusa di avere tentato di dare fuoco a un senzatetto il giorno di Natale.

Dalle immagini di una telecamera collocata all’interno di un vagone della metropolitana, la polizia tedesca ha individuato i responsabili, tutti di età compresa tra i 15 e i 18 anni.

Sei di loro si sono autonomamente presentati a diversi uffici di polizia della città e sono stati interrogati dagli agenti. Il ragazzo ritenuto l’esecutore materiale, di 21 anni, è stato successivamente arrestato nella sua abitazione.

Sei dei giovani arrestati provengono dalla Siria, mentre uno di loro è libanese. Sono tutti arrivati a Berlino tra il 2014 e il 2016 come richiedenti asilo.

Il senzatetto, un uomo di 37 anni, si è salvato grazie al tempestivo intervento di alcuni passanti dopo che i ragazzi avevano appiccato il fuoco ai suoi vestiti mentre stava dormendo su una panchina in una fermata della metropolitana di Schoenleinstrasse, tra i quartieri di Neukoelln e Kreuzbaerg.

Due settimane fa la polizia aveva arrestato un bulgaro che nel mese di ottobre aveva colpito con un calcio alle spalle una ragazza, mentre scendeva gli scalini in una fermata della metropolitana.

Il video che ha permesso alla polizia di incastrare i sette giovani migranti:


**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.