Me

“Il Senato degli Stati Uniti è pronto a votare una risoluzione per mantenere le truppe Usa in Siria”: il leader dei repubblicani Mitch McConnell

Di Madi Ferrucci
Pubblicato il 22 Ott. 2019 alle 19:04
Immagine di copertina
Credits: Facebook/Mitch McConnell

“Il Senato degli Stati Uniti pronto a votare risoluzione per mantenere le truppe Usa in Siria”

Il senatore leader della maggioranza repubblicana Mitch McConnell ha annunciato che “il Senato degli Stati Uniti è pronto a votare una risoluzione sulla Siria molto più dura di quella della Camera in cui si chiede la permanenza delle truppe Usa in contrasto con la decisione del presidente Trump di abbandonare gli alleati curdi di fronte all’avanzata della Turchia”. “Gli alleati non possono essere spinti ulteriormente verso la Russia”, ha aggiunto.

Il 16 ottobre scorso, infatti, la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, aveva votato a maggioranza in favore della risoluzione di condanna della decisione di Donald Trump di ritirare le truppe dalla Siria, che avrebbe spianato la strada all’offensiva turca contro i curdi. La risoluzione era stata approvata con 354 voti contro soli 60 sfavorevoli.

Intanto intorno alle 18,30 di oggi 22 ottobre i curdi e le milizie alleate siriane hanno annunciato alle forze statunitensi di aver completato il ritiro dalla zona di sicurezza nel nord-est della Siria come richiesto dall’accordo tra Stati Uniti e Turchia del 17 ottobre scorso

Il ritiro dalla zona di sicurezza turca sarebbe stato riferito con una comunicazione scritta dal comandante delle Forze democratiche siriane a guida curda, Mazlum Abdi Kobani, al vicepresidente Usa Mike Pence, che il 17 ottobre aveva negoziato la tregua ad Ankara con il presidente turco Erdogan. Nell’accordo la Turchia si impegnava a cessare il fuoco a patto che i curdi iniziassero la ritirata da una “safe zone” di 30 chilometri al confine tra Siria e Turchia, a est del fiume Eufrate.