Covid ultime 24h
casi +17.455
deceduti +192
tamponi +257.024
terapie intensive +15

Il segreto per leggere 200 libri all’anno

Per quanto la cifra sembri altissima, bastano pochi calcoli per rendersi conto che dovremmo soltanto togliere un po' di tempo alla tv e ai social network

Di TPI
Pubblicato il 1 Feb. 2017 alle 12:01 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 02:02
0
Immagine di copertina

È un’abitudine piuttosto consolidata, da parte insegnanti e genitori, quella di consigliare ai ragazzi di dedicarsi meno alla televisione e al computer e più alla lettura. Ma l’avvento dei social network e degli smartphone ha probabilmente fatto sì che il tempo dedicato agli schermi sia solo aumentato, invece di diminuire.

Eppure, secondo un recente calcolo pubblicato sul sito Quartz, ci sarebbe molto da guadagnare, in termini di tempo riservato all’apprendimento e alla cultura, se solo provassimo a rimanere più spesso offline e a sfogliare qualche pagina.

Quartz riporta la storia di un uomo, Charles Chu, che, dopo aver deciso di cambiare vita in questo senso, ha letto più di 400 libri da cima a fondo nello spazio di due anni, dichiarando di averne tratto molti benefici.

La prima riflessione che viene alla mente sentendo qualcosa del genere e cercando di applicarla a se stessi è “sono troppo occupato”, ma da questo punto di vista, come spiega Chu, le statistiche aiutano a essere ottimisti.

L’americano medio legge fino a 400 parole al minuto, e normalmente un libro di saggistica contiene circa 50mila parole, dunque i calcoli da fare sono i seguenti:

200 libri per 50mila parole a libro = 10 milioni di parole

Messaggio politico elettorale. Committente: Tobia Zevi

10 milioni di parole diviso 400 parole per minuto = 25mila minuti

25mila minuti diviso 60 = 417 ore

417 ore diviso 365 giorni = circa 1 ora e 10 minuti al giorno

Per leggere 200 libri all’anno, è necessario che 417 ore sulle 8.760 che compongono un anno siano dedicate alla lettura, per una media di circa un’ora al giorno.

La cifra si dimostra ancora meno ardua da raggiungere se è vero che un cittadino statunitense passa 608 ore sui social media e 1.642 ore davanti alla TV nel corso di un anno, per un totale di 2.250 ore.

Secondo Chu, la cosa migliore da fare è cercare di evitare qualsiasi tentazione dovuta a smartphone e schermi vari, e approfittare di qualsiasi momento e di qualsiasi supporto per leggere, anche ricorrendo agli audiolibri. Ci si renderà così conto di quanto tempo passiamo quotidianamente a distrarci con occupazioni di poca importanza, quando potremmo approfittare delle stesse ore prive di impegni per fare qualcosa che ci faccia crescere come persone.

Dunque, sembra proprio che abbiamo tutto il tempo che ci serve, basta solo la volontà di farlo.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.