Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il secondo grave errore durante la notte degli Oscar

Immagine di copertina

Durante l'In Memoriam, il momento dedicato all’omaggio delle personalità del cinema scomparse nel 2016, c'è stato uno scambio di foto

Quella del 26 febbraio 2017 sarà probabilmente ricordata negli annali della storia del cinema non tanto per i singoli premi, a dire la verità piuttosto prevedibili, ma per la gaffe finale che ha visto protagonisti Warren Beatty, Faye Dunaway e i candidati al premio per il miglior film.

Per chi ancora non avesse sentito parlare dell’incidente, al momento dell’ultima premiazione, il cui annuncio era affidato alle due leggende del cinema sopracitate, un errore nella consegna delle buste con il nome del vincitore ha fatto sì che venisse chiamato sul palco il cast di La La Land e non quello del legittimo premiato, Moonlight.

Anche se in pochi se ne erano accorti, vista la gravità di questo primo incidente, c’è stato un altro errore durante la serata che non fa che peggiorare la reputazione dell’Academy.

L’errore è avvenuto durante l’In Memoriam, il momento dedicato all’omaggio delle personalità del cinema scomparse nel 2016, durante il quale sullo schermo sono proiettati i nomi e i volti dei defunti.

**Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come.**

Tra questi, la costumista australiana Janet Patterson, personalità che, non essendo un volto particolarmente noto, in molti tra i non addetti al settore non conoscevano. Chi la conosceva ha immediatamente notato che la foto non era giusta. L’immagine raffigurava la produttrice australiana Jan Chapman.

“Sono stata devastata dall’uso della mia immagine al posto della mia grande amica e collaboratrice di lunga data Janet Patterson”, ha dichiarato Chapman a Variety. “Avevo sollecitato i suoi agenti a controllare qualsiasi fotografia potesse essere utilizzata e mi era stato detto che se ne sarebbe occupata l’Academy”.

Questo un video del segmento In Memoriam:

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.** 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Ti potrebbe interessare
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”