Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:31
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Una scuola giapponese ha costretto una studentessa a tingersi i capelli di nero

Immagine di copertina

Le autorità non credevano che la ragazza potesse essere davvero castana e ritenevano che si fosse tinta i capelli, cosa vietata nelle scuole giapponesi

Una studentessa giapponese di 18 anni ha avviato un’azione legale contro l’amministrazione locale dopo che la sua scuola l’ha costretta più volte a tingersi i suoi capelli – il cui colore naturale è il castano – di nero.

Secondo quanto riferito dalla ragazza, infatti, la scuola superiore di Kaifukan, nei pressi di Osaka, le avrebbe detto che, qualora non avesse avuto i capelli neri, avrebbe dovuto lasciare l’istituto. Le regole scolastiche proibisco agli studenti di tingere i capelli, e dal momento che la quasi totalità dei giapponesi ha i capelli di colore nero, le autorità scolastiche ritenevano che la giovane se li fosse tinti di castano.

La madre della ragazza, tuttavia, ha più volte provato a spiegare che la ragazza ha i capelli castani fin dalla nascita. La studentessa, a causa di questa vicenda, non si sta più recando a scuola dallo scorso settembre.

La sua famiglia ha intentato un’azione legale, chiedendo circa 14mila euro di danni alla prefettura di Osaka.

Il preside della scuola di Kaifukan ha preferito evitare commenti sulla vicenda.

Nelle scuole giapponesi è piuttosto comune che ci siano regole severe sull’abbigliamento, il taglio di capelli e l’uso di cosmetici.

Il quotidiano giapponese Asahi Shimbun ha riferito che circa il 60 per cento delle scuole di Tokyo ha chiesto agli studenti con i capelli chiari di fornire una prova – come una foto di quando erano bambini – che dimostri che non si siano tinti i capelli.

Secondo lo stesso quotidiano, sono le stesse famiglie a spingere per una disciplina tanto ferrea. Le scuole, quindi, si adeguerebbero alle richieste della società giapponese proprio per attrarre più iscritti.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Parigi invasa dalle cimici del letto: cosa sono e come eliminarle
Esteri / Egitto, maxi incendio in stazione della polizia a Ismalia: 100 feriti. Si temono vittime
Esteri / Israele, scarcerato l’italo-palestinese Khaled El Qaisi: era in prigione dal 31 agosto
Ti potrebbe interessare
Esteri / Parigi invasa dalle cimici del letto: cosa sono e come eliminarle
Esteri / Egitto, maxi incendio in stazione della polizia a Ismalia: 100 feriti. Si temono vittime
Esteri / Israele, scarcerato l’italo-palestinese Khaled El Qaisi: era in prigione dal 31 agosto
Esteri / Spagna: incendio in discoteca, almeno 13 morti
Esteri / Ankara, attentato vicino all’edificio del Parlamento: ci sono almeno 2 feriti
Esteri / Musk lancia la crociata contro le Ong e attacca la Germania: “Con i migranti viola la sovranità dell’Italia, è un’invasione”
Esteri / Fronte Nagorno Karabakh: l’altra guerra (dimenticata) d’Europa
Esteri / Saluto nazista all’Oktoberfest: due 24enni italiani fermati a Monaco di Baviera
Esteri / Destinazione Europa: il cimitero dei migranti sulle rotte degli orrori in Africa
Esteri / Caos Africa: il continente è in subbuglio ma l’Europa pensa solo ai migranti