Covid ultime 24h
casi +19.886
deceduti +308
tamponi +353.704
terapie intensive +11

La Russia ha colpito oltre 1.600 bersagli in Siria

A un mese dall'inizio dei raid aerei dell'aviazione russa in Siria, il ministro della Difesa rende noto i primi risultati ufficiali

Di TPI
Pubblicato il 30 Ott. 2015 alle 16:53 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 20:12
0
Immagine di copertina

Venerdì 30 ottobre 2015 il ministro della Difesa russo Sergeij Shoigu ha dichiarato che, a un mese dall’inizio dei bombardamenti in Siria, l’aviazione russa avrebbe colpito più di 1.600 obiettivi definiti come bersagli strategici per le attività dei terroristi, secondo quanto riporta l’agenzia russa Interfax.

Dall’inizio delle operazioni russe in Siria, cominciate lo scorso 30 settembre, le forze dell’aviazione russa avrebbe condotto più di 1.300 raid, distruggendo circa 250 postazioni di controllo e di comunicazione e circa 50 campi di addestramento.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.