Covid ultime 24h
casi +13.447
deceduti +476
tamponi +304.990
terapie intensive -67

Ricordando Robert Capa

Il 22 ottobre del 1913, centouno anni fa, nasceva uno dei fotografi di guerra più famosi di sempre

Di Ludovico Tallarita
Pubblicato il 22 Ott. 2014 alle 21:18 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:26
0
Immagine di copertina

Il 22 ottobre del 1913, centouno anni fa, nasceva a Budapest, in Ungheria, il fotografo di guerra e co-fondatore dell’agenzia fotografica Magnum, Endre Ernő Friedmann, noto ai più con lo pseudonimo Robert Capa.

Durante la sua intrepida carriera, il fotografo portò al pubblico le immagini dal fronte di cinque conflitti diversi: la guerra civile spagnola, la seconda guerra sino-giapponese, la seconda guerra mondiale, la guerra arabo-israeliana del 1948 e la prima guerra d’Indocina.

Il suo motto era: “Se le tue foto non sono abbastanza buone, vuol dire che non sei abbastanza vicino”. Con l’obiettivo di immortalare la guerra dalla prospettiva del soldato, fu autore di numerose imprese spericolate.

Tra quelle più memorabili, Capa si fece paracadutare con l’82esima divisione aviotrasportata statunitense in Sicilia nel 1943, e fu a bordo di una delle prime imbarcazioni a toccare terra nello sbarco degli Alleati in Normandia, il 6 giugno 1944.

In questa occasione, Capa scattò 106 foto, ma a causa di un errore del tecnico di laboratorio addetto allo sviluppo, la maggior parte dei fotogrammi venne danneggiata irrimediabilmente. Ne sopravvissero soltanto 11.

Capa morì il 25 maggio del 1954, dopo aver calpestato una mina mentre era in pattuglia con un reggimento francese in Vietnam, per docuemntare la prima guerra d’Indocina.

Qui alcune sue immagini

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.