Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 15:34
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Raid su un ospedale e un mercato di Aleppo

Immagine di copertina

Almeno 18 persone, tra cui bambini, sono rimaste uccise in una seria di raid aerei contro l'opposizione dei ribelli siriani nella provincia di Aleppo

Almeno 18 persone sono rimaste uccise, tra cui alcuni bambini, in una serie di raid aerei compiuti contro postazioni dei ribelli siriani. Gli attacchi hanno colpito un mercato, un ospedale e un villaggio locale della provincia di Aleppo, nel nord della Siria.

I primi raid si sono abbattuti sull’unico ospedale della città di Kafr Hamra, subito prima dell’alba di venerdì 12 agosto 2016, provocando la morte di due impiegati in ospedale, tra cui una infermiera. 

Kafr Hamra è una località vicino alla città di Aleppo, dove venerdì 5 agosto è cominciata una sanguinosa battaglia dopo che i ribelli hanno avviato un’offensiva per rompere l’assedio delle forze filo-governative (in corso da un mese) che tiene intrappolate circa 250mila persone.

La città di Aleppo, che era la più popolosa della Siria prima della guerra, è divisa tra quartieri occidentali in mano al governo e quartieri orientali controllati dai ribelli.

Ottenere il controllo dell’intera città sarebbe una grande vittoria per il presidente siriano Bashar al-Assad.

Non è ancora stato possibile stabilire un corridoio sicuro per il transito di civili e degli aiuti umanitari.

Sempre nella giornata di venerdì 12 agosto, altri raid aerei hanno colpito un mercato della vicina città Urem al-Kubra, causando la morte di sei persone. 

La città di Urem al-Kubra è sulla strada che collega Aleppo alla provincia di Idlib, controllata dai ribelli.

Nel resto della provincia di Aleppo almeno altre dieci persone sono rimaste uccise, tra cui diversi bambini e donne, in una serie di raid aerei sul villaggio di Hayan.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Lo scandalo dei Facebook Papers parla chiaro: va tolto subito a Zuckerberg il potere sui nostri dati
Esteri / L’Iran annuncia la ripresa dei negoziati sul nucleare a Vienna: “Ripartiranno a novembre”
Esteri / La Corte Ue condanna la Polonia: multa di 1 milione di euro al giorno
Ti potrebbe interessare
Esteri / Lo scandalo dei Facebook Papers parla chiaro: va tolto subito a Zuckerberg il potere sui nostri dati
Esteri / L’Iran annuncia la ripresa dei negoziati sul nucleare a Vienna: “Ripartiranno a novembre”
Esteri / La Corte Ue condanna la Polonia: multa di 1 milione di euro al giorno
Esteri / Afghanistan: 8 fratellini orfani morti di fame. L’allarme di Save The Children: “Paese sull’orlo della carestia”
Esteri / I Maneskin alla conquista degli Usa: apriranno il concerto dei Rolling Stones a Las Vegas
Esteri / Allarme in Europa: rubate le chiavi per generare Green pass. Nel dark web quello “funzionante” di Hitler
Esteri / Scandalo Facebook, Zuckerberg a un passo delle dimissioni
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri