Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 18:35
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Bombe sugli ospedali da campo ad Aleppo

Immagine di copertina

Nelle ultime 24 ore sono state colpite 4 strutture e una banca del sangue. Tra le vittime c'è un neonato di appena due giorni di vita

Domenica 24 luglio, raid aerei hanno colpito quattro ospedali da campo nella città siriana di Aleppo. Lo hanno reso noto fonti mediche locali indipendenti, che hanno sottolineato la difficoltà di fornire assistenza medica a più di 200mila civili residenti nelle aree controllate dai ribelli. 

I bombardamenti sono iniziati nella giornata di sabato e hanno peggiorato una situazione già complicata per le persone che vivono nelle aree assediate, nei quartieri orientali della seconda più importante città della Siria, dove l’approvvigionamento di cibo e di forniture mediche scarseggia ogni giorno di più. 

Nelle ultime 24 ore, oltre agli ospedali è stata colpita anche una banca del sangue sempre nel quartiere di Al-Shaar, hanno precisato i membri dell’associazione indipendente dei dottori (Ida) composta da un gruppo di medici siriani che forniscono supporto nelle diverse cliniche di Aleppo. 

Tra le vittime c’è anche un neonato di appena due giorni morto a causa della mancanza di ossigeno all’interno dell’incubatrice, dopo il raid avvenuto nelle prime ore della mattina di domenica. Si è trattato del secondo attacco sferrato al medesimo ospedale appena nove ore dopo il primo, ha precisato l’associazione medici indipendenti.

“Dopo il secondo attacco abbiamo dovuto spostare l’incubatrice con all’interno il neonato al piano di sotto, nel rifugio antiaereo. Quella manciata di minuti è stata fatale per il bambino che non ha più ricevuto ossigeno, e per questo è morto”, ha raccontato all’agenzia AFP la capo infermiera del reparto pediatrico. 

“L’ospedale è gravemente danneggiato e non è la prima volta”, ha raccontato uno dei rappresentanti dell’Ida contattato dall’agenzia di stampa AFP. “Tutti e quattro gli ospedali domenica erano fuori servizio. 

Le aree di Aleppo controllate dai ribelli sono regolarmente colpite da attacchi aerei da parte del regime di Damasco e del suo alleato chiave, ossia la Russia. 

Secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità, la Siria è il luogo più pericoloso per gli operatori sanitari che forniscono il loro supporto medico, con 135 attacchi a strutture sanitarie dal 2015 a oggi.  

Ti potrebbe interessare
Esteri / Boom di contagi nel Regno Unito, il governo corre ai ripari e apre al Green Pass
Esteri / Colombia, catturato il narcotrafficante Otoniel. Il presidente Duque: "È il colpo del secolo"
Esteri / Erdogan espelle 10 ambasciatori occidentali tra cui Usa e Francia
Ti potrebbe interessare
Esteri / Boom di contagi nel Regno Unito, il governo corre ai ripari e apre al Green Pass
Esteri / Colombia, catturato il narcotrafficante Otoniel. Il presidente Duque: "È il colpo del secolo"
Esteri / Erdogan espelle 10 ambasciatori occidentali tra cui Usa e Francia
Esteri / I vincitori del Wildlife Photographer of the Year 2021
Esteri / Un sistema progettato per evitare la tirannia della maggioranza ha creato la tirannia della minoranza
Esteri / Senatore eletto coi brogli. Ma neanche ora che è stato scoperto dovrà restituire un euro
Esteri / Esercito Europeo: cos’è, come funziona e chi ne fa parte
Esteri / Scudo spaziale, battaglione da 5.000 unità, cooperazione con la Nato: come sarà l’esercito europeo
Esteri / Dalla Polonia al Brasile: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni