Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Quanto devi lavorare per comprarti un Ipod?

Immagine di copertina

L’iPod come metro di paragone per scoprire che, a seconda delle ore lavorative, il potere d’acquisto varia di città in città

COSA hanno in comune un impiegato d’ufficio a Mumbai e un tassista newyorkese? A fine giornata ascoltano la musica. Ogni giorno, ovunque ci si trovi dopo una lunga giornata di lavoro come durante un lungo viaggio, la musica accompagna milioni di persone. E se la Apple di Steve Jobs ha rivoluzionato la tecnologia moderna, l’Ipod ha cambiato il modo di ascoltare la musica. Niente più walkman o compact disc, ma semplici e tascabili lettori mp3. Fin qui tutto normale.

Ma se consideriamo l’Ipod come vero e proprio metro di paragone per scoprire che il potere d’acquisto varia di città in città, emergono alcune curiosità che evidenziano lo squilibrio tra le ore lavorative necessarie per comprare un prodotto uniformemente globale. In media, quante ore devi lavorare nella tua città per comprarti un Ipod Nano da 8 GB? Da Londra al Cairo, passando per Buenos Aires, Pechino, Istanbul e Mosca, le ore di lavoro cambiano notevolmente. Il think tank City Mayors, sulla base di una ricerca del 2009, ne ha stilato una classifica.

Considerando la giornata media lavorativa di nove ore, a Mumbai puoi comprarti un Ipod Nano dopo aver lavorato per tre settimane. Al Cairo ti bastano poco meno di due settimane, mentre a Pechino devi lavorare nove giorni per acquistarne uno. Ma se lavori a Mosca te ne bastano quattro. Infine, se lavori a Londra, in due giorni puoi guadagnarti un Ipod. Solamente a New York e a Zurigo, dopo un giorno di lavoro, puoi comprarne uno. 

Dunque, quanto devi lavorare nella tua città per comprarti un iPod? N.B.: Oggi un Ipod Nano da 8GB costa €139

1. NEW YORK – La città dove in media si guadagna di più è la grande mela. Qui, dopo 9 ore di lavoro da Hooters sulla 56esima (un solo turno lavorativo, stando al nostro metodo di giudizio), puoi comprare un Ipod.

2. LONDRA – Nella Perfida Albione il prezzo da pagare per comprare un Ipod è una giornata e mezzo di lavoro (poco meno). Bastano solo 11 ore da Starbucks.

3. ROMA – Qui, dopo aver venduto pizza al taglio per 20 ore da Remo al Piè di Marmo, puoi uscire e acquistare il tuo Ipod

4. MOSCA – Dopo 4 giorni (36 ore) da guida turistica, in giro per la città tra il Cremlino, la Piazza Rossa, la “Campana dello Zar”, il Mausuleo di Lenin e Via Arbat, puoi avere un Ipod.

5. ISTANBUL – Chi guida i traghetti sul Bosforo, solo dopo una settimana (56 ore di lavoro), sarà in grado di comprarsi l’Ipod.

6. PECHINO – Un ingegnere cinese, nonostante gli antichi valori fondanti della dottrina confuciana come l’umanità (ren), la rettitudine (yi), l’autorità morale (zhi), la condotta e la disciplina dei riti (li), deve pur sempre lavorare 9 giorni per un Ipod. 73 ore.

7. IL CAIRO – Nella capitale d’Egitto devi lavorare 105 ore (12 giorni) per avere un Ipod.

8. MUMBAI – Nella capitale dello stato del Maharashtra, mediamente, l’operatore telefonico del servizio clienti di British Telecom deve lavorare 177 ore per comprarsi un Ipod. Quasi tre settimane.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Covid, la variante Delta spaventa il Regno Unito: mai così tanti casi da febbraio
Esteri / Chi è Lina Khan, la nuova dirigente dell'Antitrust americano che fa tremare le Big Tech
Esteri / Covid, la Cina risponde alle accuse: “Gli scienziati di Wuhan meritano il premio Nobel”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Covid, la variante Delta spaventa il Regno Unito: mai così tanti casi da febbraio
Esteri / Chi è Lina Khan, la nuova dirigente dell'Antitrust americano che fa tremare le Big Tech
Esteri / Covid, la Cina risponde alle accuse: “Gli scienziati di Wuhan meritano il premio Nobel”
Esteri / Omicidio Regeni, l’impertinenza egiziana: “Non c’è motivo per iniziare un processo”
Esteri / Un bisonte e un paio d'occhiali da sole: così sottovoce Biden torna a trattare con Putin
Esteri / “Forza Italia”: Patrick Zaki scrive un bigliettino per gli azzurri dal carcere egiziano
Esteri / Hong Kong, blitz della polizia negli uffici del giornale pro-democrazia: 5 arresti
Esteri / Biden regala a Putin un bisonte di cristallo: ecco cosa simboleggia
Esteri / Violentata in una casa vacanze, 29enne risarcita con 7 milioni da Airbnb
Esteri / Abusati, picchiati, derubati: quei minori stranieri respinti illegalmente alla frontiera del Nord Italia