Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 14:19
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il video delle Pussy Riot a favore dei rifugiati

Immagine di copertina

La nuova canzone del gruppo musicale è molto duro nei confronti dei governi europei, definiti fottuti bugiardi, e invita a far entrare i rifugiati e cacciare i nazisti

In seguito ai tragici attentati compiuti dall’Isis venerdì 13 novembre a Parigi, si sono verificate diverse reazioni riconducibili all’islamofobia e alla diffidenza nei confronti dei rifugiati e dei migranti. 

Proprio per andare contro questo atteggiamento e per mostrare la loro solidarietà verso migranti e rifugiati, il gruppo musicale russo delle Pussy Riot ha realizzato un video musicale dal titolo Refugees In, letteralmente “rifugiati dentro“.

Il video è ambientato a Dismaland, il parco divertimenti realizzato dallo street-artist Banksy, al cui interno sono state ospitate opere e installazioni dell’artista britannico.

Il video è stato girato a settembre, prima che il parco dei divertimenti venisse smantellato e le sue strutture fossero usate per la costruzione di un campo per rifugiati presso Calais, in Francia.

Il testo della canzone delle Pussy Riot è molto duro nei confronti dei governi europei, definiti “fottuti bugiardi”, e invita a far entrare i rifugiati e cacciare i nazisti.

Secondo quanto riferito dalla leader delle Pussy Riot, Nadya Tolokonnikova, al sito Noisey, la canzone è stata composta in soli due giorni ed è stata ispirata dall’incontro che il gruppo ha avuto con un rifugiato proveniente dal Sudan.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Russia, sparatoria all’università di Perm: gli studenti scappano dalle finestre. 8 morti
Esteri / Vince il partito di Putin. Timori su possibili brogli
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Ti potrebbe interessare
Esteri / Russia, sparatoria all’università di Perm: gli studenti scappano dalle finestre. 8 morti
Esteri / Vince il partito di Putin. Timori su possibili brogli
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Esteri / Il Parlamento Ue vuole una legge per contrastare i femminicidi: “È violenza di genere”
Esteri / Papa Francesco: “No vax anche tra i cardinali. Uno è ricoverato. Sì alle unioni civili per gli omosessuali”
Esteri / Instagram danneggia la salute mentale delle adolescenti. Facebook lo sa, ma non fa niente
Esteri / “Il burqa non è nella nostra cultura”: la campagna social delle donne afghane contro i talebani
Ambiente / Mattanza di delfini alle isole Faroe per la tradizionale caccia Grindadrap
Esteri / Israele, morto per Covid il leader dei no vax. Anche dall’ospedale incitava i suoi: “Continuate le proteste”
Esteri / “Dopo l’assalto a Capitol Hill i militari tolsero a Trump l’accesso alle armi nucleari”