Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:04
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La principessa giapponese che ha rinunciato al titolo per amore

Immagine di copertina

Per sposare il suo ex compagno di università Mako di Akishino sarà obbligata a lasciare la famiglia imperiale, come previsto dalla legge della casa reale

La principessa Mako ha 25 anni ed è la nipote primogenita dell’Imperatore del Giappone Akihito, essendo la figlia maggiore del principe Akishino e della principessa Kiko.

Mako sta per sposarsi con un ex compagno di università. E per farlo dovrà rinunciare al suo titolo imperiale. 

Il fidanzato è Kei Komuro, che vive a Yokohama e, come la principessa, ha frequentato l’International Christian University di Tokyo, secondo quanto riferisce l’emittente pubblica giapponese Nhk.

Mako è la prima dei quattro nipoti dell’imperatore Akihito e dell’imperatrice Michiko a fidanzarsi. L’ultimo matrimonio di una principessa giapponese si era svolto nell’ottobre 2014 quando la principessa Noriko, figlia 28enne del cugino dell’imperatore Akihito, il principe Takamado, sposò Kunimaro Senge, figlio maggiore del leader religioso di Izumo Taisha, il tempio shintoista della prefettura di Shimane.

La principessa Mako ha conosciuto Komuro circa cinque anni fa tramite un compagno di università comune e lo ha già presentato al principe Akishino, fratello minore dell’erede al trono Naruhito.

Una volta sposata, la principessa sarà obbligata a lasciare la famiglia imperiale, come previsto dalla legge della casa reale.

Il numero di membri della famiglia imperiale scenderà a 18 e quello delle femmine a 13.

La notizia ha alimentato il dibattito sul fatto che le donne dovrebbero essere autorizzate a mantenere lo status imperiale anche dopo il matrimonio e sul fatto che dovrebbero essere autorizzate a salire al trono.

Nella famiglia imperiale vi è solo un erede maschio, il fratello minore della principessa Mako, il principe Hisahito.

Poiché la legge imperiale permette soltanto ai maschi di salire al trono, i funzionari e gli esperti sono da tempo molto preoccupati per il futuro della successione al trono.

Nel 2004 la principessa era diventata un idolo di internet, quando le immagini di lei in uniforme scolastica sono apparse in televisione, scatenando una sorta di ossessione di massa. Dopo aver conseguito una laurea in arte a Tokyo e un master in studi museali all’università di Leicester, lavora come ricercatrice presso il museo dell’Università Imperiale di Tokyo. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, da gennaio obbligo vaccinale per gli over 60: multe di 100 euro al mese per i trasgressori
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, da gennaio obbligo vaccinale per gli over 60: multe di 100 euro al mese per i trasgressori
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Esteri / Bradley Cooper minacciato nella metropolitana di New York: “Aggredito con un coltello”
Esteri / AIRL, a Roma il Gala dell’amicizia italo-libica: “Che sia l’inizio di una nuova vita, di una stretta collaborazione”
Esteri / Variante, nel Regno Unito torna l’obbligo di mascherina nei luoghi e sui mezzi pubblici
Esteri / Austria, morto di Covid l’esponente No Vax Biacsics: aveva tentato di curarsi con clisteri di candeggina
Esteri / Usa, sparatoria in una scuola del Michigan: 15enne apre il fuoco sui compagni. Morti 3 studenti
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda