Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:42
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il presepe della Chiesa metodista unita, un messaggio contro il trattamento dei migranti al confine tra Usa e Messico

Immagine di copertina

Gesù, Giuseppe e Maria raffigurati ognuno in una gabbia: separati, lontani e in pericolo, come i migranti bloccati sul confine tra Stati Uniti e Messico

Il presepe della Chiesa metodista unita sul dramma dei migranti al confine Usa-Messico

Sta facendo il giro del web la foto del particolare presepe, con un potente messaggio, realizzato in California dalla Chiesa metodista unita di Claremont: nella natività, infatti, si vedono Gesù, Giuseppe e Maria rinchiusi in gabbia e separati, come succede ai migranti bloccati al confine tra Usa e Messico.

Lo scatto è stato pubblicato su Facebook da Karen Clark Ristine, ministro di culto della Chiesa metodista unita, una delle più importanti chiese riformate con circa dodici milioni di fedeli in tutto il mondo (sette dei quali nei soli Stati Uniti). La donna ha anche pubblicato, a corredo della foto, un fortissimo messaggio contro il trattamento dei rifugiati negli Stati Uniti d’America.

“In un periodo in cui nel nostro Paese le famiglie di rifugiati cercano asilo nei nostri confini e sono involontariamente separate l’una dall’altra – ha scritto Karen Clark Ristine – pensiamo alla famiglia di rifugiati più conosciuta al mondo, la Sacra Famiglia. Poco dopo la nascita di Gesù, Giuseppe e Maria furono costretti a fuggire con loro figlio da Nazaret, verso l’Egitto, per sfuggire al re Erode, un tiranno. Temevano la persecuzione e la morte”.

Dopo, il ministro di culto lancia la provocazione: “E se questa famiglia oggi cercasse rifugio nel nostro Paese? Immaginate che Giuseppe e Maria si siano separati alla frontiera e Gesù – non più grande di due anni – sia stato tolto alla madre e imprigionato in un centro di detenzione di frontiera, come è successo negli ultimi tre anni a più di 5.500 bambini. Nella Natività di questo Natale della Chiesa metodista unita di Claremont, la Sacra Famiglia prende il posto delle migliaia di famiglie senza nome separate ai nostri confini. Gesù è cresciuto per insegnarci a donare gentilezza, misericordia e accoglienza a tutte le persone”.

La foto, come già anticipato, è diventata subito virale sui social network. Sono tantissimi a elogiare il fortissimo presepe realizzato a Claremont. Un gesto che a quanto pare non è l’unica presa di posizione della Chiesa metodista unita: sul suo sito ufficiale, infatti, si legge che nei mesi scorsi sono stati raccolti 10mila dollari per Justice For Our Neighbors, un’associazione che si occupa di fornire consulenza legale ai bambini detenuti al confine e separati dalle loro famiglie.

Leggi anche:
Il reportage di TPI dal confine tra Messico e Usa, dove i migranti sono merce di scambio
“Clandestino tra Messico e Stati Uniti: il mio viaggio su una Bestia insieme ai migranti che inseguono il sogno americano”
Le altalene rosa che abbattono il muro tra Messico e Usa: l’installazione contro ogni divisione
Il muro che separa gli Usa dal Messico visto dall’alto: la foto è impressionante
Trent’anni dopo Berlino: tutti i muri che ancora dividono il mondo
Ti potrebbe interessare
Esteri / Regno Unito, al via test per settimana lavorativa di 4 giorni
Esteri / Covid, in calo i contagi nel Regno Unito. L’Oms: “La fine della pandemia non è lontana”
Esteri / Roberta Metsola è la nuova presidente del Parlamento Europeo: “Onorerò David Sassoli”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Regno Unito, al via test per settimana lavorativa di 4 giorni
Esteri / Covid, in calo i contagi nel Regno Unito. L’Oms: “La fine della pandemia non è lontana”
Esteri / Roberta Metsola è la nuova presidente del Parlamento Europeo: “Onorerò David Sassoli”
Esteri / Cantante folk prende volontariamente il Covid per non fare il vaccino e muore
Esteri / Siberia, cinque ragazzi trovano e salvano una bambina appena nata abbandonata a -20 gradi
Esteri / Francia, la proposta shock del candidato Zemmour: “Scuole separate per studenti disabili”
Esteri / Djokovic espulso dall’Australia, il presidente serbo: “Trattato come un assassino seriale”
Esteri / “Il futuro dipende dai non vaccinati, salveranno l’umanità”: l’ultima teoria folle del Nobel Montagnier
Esteri / Djokovic, appello respinto: sarà espulso dall’Australia. “Deluso dalla sentenza”
Esteri / Proteste in Kazakistan, aggiornato il bilancio dei morti: sono 225