Il pittore siriano che trasforma bombe e proiettili in arte

Un artista della città siriana di Douma raccoglie le bombe che trova in strada e le dipinge, in segno di resistenza e per spazzare via la paura dagli occhi dei suoi figli

Di TPI
Pubblicato il 30 Dic. 2016 alle 16:24 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 17:56
0
Immagine di copertina

Akram Abo Alfoz è un artista siriano di 38 anni che vive a Douma, una città siriana a est di Damasco controllata dai ribelli. La sua tela non è quella utilizzata da tutti i pittori, egli infatti trasforma le bombe, i proiettili e gli elmetti che trova in strada in arte, dipingendoli e decorandoli. Alfoz è convinto del fatto che la resistenza artistica e culturale non sia meno importante delle battaglie sul campo. 

Prima dell’inizio della sanguinosa guerra civile che dal 2011 piega il paese, Alfoz dedicava la sua vita alla decorazione del vetro. Oggi l’artista dipinge gli oggetti della morte, in segno di speranza e vita per i suoi concittadini. E per spazzare via la paura dagli occhi dei suoi figli. 

“Il governo ci definisce terroristi, ma non lo siamo. Dobbiamo difendere la nostra terra con il nostro pensiero e la nostra cultura”, ha riferito Alfoz alla testata Middle East Eye

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.