Covid ultime 24h
casi +19.143
deceduti +91
tamponi +182.032
terapie intensive +57

La pillola anticoncezionale aumenta il rischio di soffrire di depressione

Una ricerca danese rivela che le donne che assumono la pillola anticoncezionale combinata hanno il 23 per cento di probabilità in più di dover far uso di antidepressivi

Di TPI
Pubblicato il 4 Ott. 2016 alle 10:11 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 18:57
0
Immagine di copertina

Milioni di donne in tutto il mondo usano i contraccettivi ormonali, nonostante siano stati avanzati a lungo dubbi sull’influenza che questi farmaci hanno sull’umore. Uno studio dell’università di Copenhagen, pubblicato di recente sul Journal of American Medical Association, ha confermato che esiste un collegamento tra i contraccettivi ormonali e la depressione.

La ricerca è la più vasta condotta sinora e ha coinvolto più di un milione di donne danesi di età compresa tra i 15 e i 34 anni tra il 2000 e il 2013.

Cosa rivela lo studio

I ricercatori hanno scoperto che le donne che assumono contraccettivi orali combinati, ovvero contenenti sia estrogeni che progesterone, hanno il 23 per cento di probabilità in più di ricevere una diagnosi di depressione rispetto a chi non ne fa uso, mentre per chi utilizza pillole che contengono solo progestinico, una forma sintetica del progesterone, la percentuale sale al 34 per cento.

Il rischio vale non solo le donne che assumono pillole, ma anche per quelle che utilizzano cerotti, impianti sottocutanei e dispositivi intrauterini.

Le adolescenti sembrano correre il rischio maggiore, dal momento che se assumono pillole combinate hanno l’80 per cento di probabilità in più di ricevere una diagnosi di depressione rispetto alle loro coetanee che non usano la pillola. Questa percentuale diventa più del doppio se le adolescenti assumono solo progestinico.

Quali sono le cause

Il professor Øjvind Lidegaard, che insegna ostetricia e ginecologia all’Università di Copenaghen, e gli altri autori dello studio sottolineano che le donne hanno il doppio delle probabilità di soffrire di depressione nel corso della loro vita rispetto agli uomini.

L‘oscillazione di estrogeni e progesterone, i due ormoni sessuali femminili sarebbe implicata in questo fenomeno. Alcuni studi hanno suggerito che in particolare i livelli di progesterone possano avere un effetto negativo sull’umore.

Tuttavia gli autori precisano che l’impatto della contraccezione ormonale a basso dosaggio sull’umore e il suo possibile legame con la depressione non sono stati completamente studiati, per questo occorrono nuove e più approfondite ricerche in materia.

Cosa ne pensano altri scienziati

Altri studiosi sostengono che la ricerca non dovrebbe scoraggiare le donne dall’utilizzo della contraccezione ormonale. “Questo studio solleva questioni importanti sulla pillola. In più di un milione di donne danesi, la depressione è stata associata con l’uso della pillola contraccettiva”, ha spiegato al Guardian il dottor Channa Jayasena, docente di endocrinologia riproduttiva presso l’Imperial College di Londra, “ma lo studio non prova che la pillola svolga un ruolo nello sviluppo della depressione. Tuttavia, sappiamo che gli ormoni giocano un ruolo estremamente importante nel regolare il comportamento umano”.

“Date le vaste dimensioni di questo studio, è necessario un ulteriore lavoro per vedere se questi risultati possono essere ripetuti in altre popolazioni, e per determinare i possibili meccanismi biologici che potrebbero essere alla base di ogni possibile legame tra la pillola e la depressione. Fino ad allora, le donne non dovrebbero essere dissuase dal prendere la pillola”, conclude il dottor Jayasena.

— Leggi anche: Gli effetti della pillola anticoncezionale sul cervello

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.