Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

L’azienda farmaceutica Pfizer non concederà più i suoi prodotti per le iniezioni letali

Immagine di copertina

Il colosso dell’industria farmaceutica ha annunciato che smetterà di vendere i propri prodotti alle autorità statunitensi per l'esecuzione dei condannati a morte

Il colosso dell’industria farmaceutica Pfizer ha annunciato venerdì
13 maggio che i suoi prodotti non verranno più concessi alle autorità
statunitensi per essere utilizzati nelle iniezioni letali dei condannati a
morte.

Erano già più di 20 le aziende farmaceutiche americane ed
europee che avevano già negato l’uso dei propri farmaci, in particolare
barbiturici, ma si tratta in questo caso di una decisione che avrà un peso
notevole, visto che il gigante statunitense era fino ad ora l’ultimo a
concedere ancora i propri prodotti.

Attraverso il proprio sito internet, l’azienda ha annunciato
che verrà applicata una restrizione alla distribuzione di sette farmaci , che
potranno essere venduti solo a un gruppo selezionato di grossisti, distributori
e acquirenti diretti, a condizione che essi non li rivendano a istituti di
correzione.

“Con l’annuncio di Pfizer, tutti i produttori approvati
dalla Food and Drug Administration di qualsiasi farmaco potenzialmente
utilizzabile nelle condanne a morte hanno ritirato la propria disponibilità”,
ha detto Maya Foa di Reprieve, un’organizzazione britannica per la difesa dei
diritti umani. “Gli stati che ancora praticano le esecuzioni dovranno
rivolgersi al mercato illegale, se vorranno entrare in possesso di medicinali
per le iniezioni letali”.

“Pfizer crea i suoi prodotti per migliorare e salvare
la vita dei pazienti che serviamo, e si oppone con forza all’uso dei suoi
prodotti per le iniezioni letali legate alla pena di morte”, ha scritto l’azienda
farmaceutica nella sua dichiarazione di venerdì.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Gerusalemme, sparatoria nei pressi di una sinagoga: almeno 8 le vittime tra i fedeli
Esteri / Soldato russo scappa dalla caserma e arriva in Lettonia: concesso asilo politico
Esteri / Orrore negli Usa: 19enne viene investita e uccisa da un’auto dopo uno stupro di gruppo
Ti potrebbe interessare
Esteri / Gerusalemme, sparatoria nei pressi di una sinagoga: almeno 8 le vittime tra i fedeli
Esteri / Soldato russo scappa dalla caserma e arriva in Lettonia: concesso asilo politico
Esteri / Orrore negli Usa: 19enne viene investita e uccisa da un’auto dopo uno stupro di gruppo
Esteri / Tragedia in Australia, bimba di 5 anni muore soffocata mentre mangia una merendina: la madre prova invano a salvarla
Esteri / Ladro entra in un appartamento ma si ubriaca e sviene: il proprietario lo ritrova sdraiato sul pavimento
Esteri / Mosca: “Biden ha chiave per finire guerra in Ucraina ma non la usa”
Esteri / Regno Unito, 14enne inala gas del deodorante e muore per arresto cardiaco: trovata senza vita in cameretta
Esteri / Madre di 32 anni strangola i figli e poi tenta il suicidio: salvi lei e il bimbo di 7 mesi
Esteri / Denuncia anonima a scuola: “Quella mamma ha OnlyFans”. Tagliata fuori da tutte le attività scolastiche
Esteri / “Donna incinta condannata a morte”: continuano le proteste in Iran