Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 15:06
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Pedofilo stupra 25 volte una bambina di due mesi e filma tutto in agghiaccianti video

Immagine di copertina
Edd Lahar

In Oregon, negli Stati Uniti, un uomo di 30 anni è stato arrestato con l’accusa di aver ripetutamente violentato una bambina di appena due mesi.

La polizia ha riferito che sul telefono di Edd Lahar, questo il nome dell’uomo, sono stati trovati numerosi filmati di abusi su minori.

Le indagini delle autorità sono partite in seguito alla segnalazione di una persona che si è casualmente imbattuta in uno dei video pedopornografici che Lahar aveva sul suo telefono.

La polizia ha quindi perquisito la casa dell’uomo e ha trovato le prove di abusi sessuali sulla bambina.

Non solo i filmati delle violenze sulla piccola, ma anche una serie di altre immagini pornografiche di minori. La vittima aveva meno di due mesi quando sono iniziati gli abusi su di lei, andati avanti per sette mesi.

Nel complesso, la piccola è stata violentata ben 25 volte.

Interrogato dalle autorità, Lahar inizialmente ha affermato che le immagini pornografiche erano presenti “per caso” sul suo computer. Successivamente ha però ammesso le sue responsabilità.

Il procuratore distrettuale della contea di Benton, John Haroldson, ha dichiarato che Lahar potrebbe essere condannato all’ergastolo e passare la vota in prigione. “Come pubblici ministeri, una delle nostre principali priorità è proteggere i nostri cittadini più vulnerabili – ha affermato – ed è difficile immaginare qualcuno più vulnerabile di un bambino”.

Lahar dovrà rispondere alle accuse di stupro e detenzione di materiale pedopornografico.

La sua cauzione è stata fissata a un milione di dollari e gli è stato ordinato di non avere alcun contatto con la bambina o sua madre. Inoltre non gli è consentito alcun accesso a Internet.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Esteri / Il Parlamento Ue vuole una legge per contrastare i femminicidi: “È violenza di genere”
Esteri / Papa Francesco: “No vax anche tra i cardinali. Uno è ricoverato. Sì alle unioni civili per gli omosessuali”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Esteri / Il Parlamento Ue vuole una legge per contrastare i femminicidi: “È violenza di genere”
Esteri / Papa Francesco: “No vax anche tra i cardinali. Uno è ricoverato. Sì alle unioni civili per gli omosessuali”
Esteri / Instagram danneggia la salute mentale delle adolescenti. Facebook lo sa, ma non fa niente
Esteri / “Il burqa non è nella nostra cultura”: la campagna social delle donne afghane contro i talebani
Ambiente / Mattanza di delfini alle isole Faroe per la tradizionale caccia Grindadrap
Esteri / Israele, morto per Covid il leader dei no vax. Anche dall’ospedale incitava i suoi: “Continuate le proteste”
Esteri / “Dopo l’assalto a Capitol Hill i militari tolsero a Trump l’accesso alle armi nucleari”
Esteri / La Corte europea dei diritti dell’uomo: il green pass “non viola i diritti umani”
Esteri / Incendio in Spagna: migliaia di persone in fuga dalle fiamme vicino alla Costa del Sol